Trapani, preside istituto Pertini a docenti: "Orgogliosa di voi, non vi siete arresi"

Trapani, preside istituto Pertini a docenti: “Orgogliosa di voi, non vi siete arresi”

Il ringraziamento alla vigilia degli esami di terza media
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’ispirazione per scrivere la lettera mi è venuta dalla lettura e consultazione degli elaborati realizzati dai ragazzi per l’esame di terza media, parole che definivano un ritratto di quelli che sono stati i loro tre anni mi hanno fatto percepire con quale anima i docenti li hanno seguiti”. Con queste parole la dirigente dell’istituto ‘Pertini’ di Trapani Marialaura Lombardo racconta a diregiovani.it, le emozioni che l’hanno spinta a scrivere una lettere a docenti e studenti poco prima del primo giorno di esami di terza media.

I ragazzi e le ragazze completano il loro ciclo di studi dopo un anno particolarmente inteso che ha visto protagonisti, oltre a loro, le loro docenti che, come racconta la preside nella lettera, hanno dato il massimo per dare agli studenti la possibilità di sostenere al meglio una tappa importante del loro percorso. “Devo ringraziare i docenti a 360 gradi per come si sono spesi per eliminare le distanze- conclude la preside Lombardo- sono orgogliosa di loro e convinta che la scuola, tra mille difficoltà, non si è fermata. Si è invece avvicinato al modello di scuola che desidero”.

“Mentre il mondo era risucchiato dal silenzio, frastornato dall’eco incessante del susseguirsi di notizie che ipotecavano il nostro futuro- scrive la preside nella lettera- divorato dalla paura di non risvegliarsi, voi come api laboriose avete alimentato giorno per giorno le idee e l’ingegno per superare voi stessi e raggiungere gli altri. Con mente, cuore, passione e dedizione non avete esitato a cimentarvi nell’apprendimento dell’utilizzo di nuove tecnologie, nella creazione di materiali didattici, nella gestione virtuale degli studenti e delle loro famiglie. Avete coltivato il tempo dell’ascolto, dell’accoglienza e del supporto e ne avuto saputo fare non solo esiti scolastici ma relazioni umane. Avete creato ‘Pertini Solidale’ ed insieme al personale ATA avete reso prova che la professione ‘scuola’ ha un significato che va oltre l’ordinario facendo appello alla generosità del sentire del cuore”.

“Avete reso testimonianza che la scuola è viva e vita- prosegue la preside- perché siete riusciti a sostenere una comunità nel non arrendersi al torpore di un momento che ci stava paralizzando. Abbiamo dimostrato che la resilienza e l’unità sono i nostri caratteri distintivi. Avete vinto concorsi, realizzato prodotti didattici, creato reti comunicative”. “Vi siete dedicati agli alunni con disabilità con un raccordo straordinario- conclude la dirigente- Ancora oggi siete pronti a continuare con il ‘Pertini Solidale Culturale’. Grazie, voi siete l’immagine della scuola che volevo, siete il risultato di ciò che insieme abbiamo creato, siete il frutto dell’emozione che mi fa commuovere fino alle lacrime quando leggo cosa i nostri ragazzi pensano di noi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it