Una nuova era per I Giocattoli: "Il prossimo disco sarà più alternative"

VIDEO | Una nuova era per I Giocattoli: “Il prossimo disco sarà più alternative”

Abbiamo intervistato a distanza il frontman della band, Duilio Scalici. su tutte le piattaforme con il singolo "Teletrasporto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Se siete appassionati di indie-pop è impossibile che non abbiate ascoltato almeno una volta I Giocattoli. La band palermitana, insieme dal 2017, è tornata su tutte le piattaforme con “Teletrasporto” dopo i successi di pezzi come “Bill Murray”, “Ailoviù”, “Astronauta” e “Non è Caracas”.

Il brano, fuori per Giungla Dischi, è un vero e proprio inno a tagliare le distanze in qualsiasi tipo di rapporto. Tema più scottante che mai dopo la quarantena che ci siamo lasciati alle spalle.

Abbiamo fatto una chiacchierata a distanza con Duilio Scalici, voce del gruppo, che ci ha raccontato come la canzone fosse nata molto prima del lockdown.

L’INTERVISTA ↓

Il frontman, ai nostri microfoni, ha anche anticipato qualche spoiler sull’album a cui I Giocattoli stanno lavorando. “Teletrasporto è come un ponte tra i vecchi Giocattoli e i nuovi Giocattoli”, ci dice. In questo collegamento  si inserisce il nuovo lavoro: “Il nuovo disco – spiega Duilio – sarà molto più introspettivo, molto più riflessivo rispetto a ‘Machepretendi’ (l’album di debutto del gruppo, ndr)”. Aspettatevi, perciò, qualcosa di molto più cantautoriale “con delle sfumature più alternative e più aggressive in alcuni punti”.

L’album, atteso per il prossimo autunno dopo i vari rinvii per l’emergenza Coronavirus, vedrà ancora una volta I Giocattoli in formazione completa: Duilio Scalici (voce), Ernst Mormile (chitarra), Davide Casciolo (batteria) e Laura Maltese (voce, cori).

E dalla Sicilia, insieme, il gruppo – proprio come canta in “Teletrasporto” – ne ha dovuto abbattere di distanze: “Il sud – ci dice Scalici – ha influenzato il nostro percorso perché essendo siciliani tutto veniva più difficile, gli spostamenti per il tour, per le registrazioni. Per noi è stato fondamentale l’approdo ai social. Ci hanno aiutato parecchio a promuovere la nostra musica”. Non resta che seguire sui social I Giocattoli per avere tutti gli aggiornamenti sul disco.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it