VIDEO | Primo giorno di scuola al Ruiz di Augusta

Ragazzi emozionati per il ritorno sui banchi

14 Settembre 2020

SIRACUSA – Piove a dirotto ad Augusta (Siracusa), ma la scuola non si ferma e l’istituto superiore ‘Ruiz’ apre i cancelli scolastici per accogliere gli studenti di primo anno. Ingressi differenziati e contingentati, di ora in ora, per una settimana che prevede 60 minuti di accoglienza in auditorium per ciascun gruppo, in base ai differenti indirizzi di studio della scuola siciliana. I primi studenti entrano alle 8.10 tra l’emozione e la tensione che caratterizza ogni primo giorno di scuola, all’apparenza normale se non fosse per le mascherine che i ragazzi indossano e le distanze da rispettare.

In attesa di entrare, Gabriele tradisce l’ansia da primo giorno di scuola: “dopo mesi- dice- non vedevo l’ora di ritornare tra i banchi, anche se non conosco i miei nuovi compagni di classe e mi sento un po’ spaesato. Sarà un anno particolare, dovremo usare le mascherine. In ogni caso, voglio studiare ed impegnarmi il più possibile”.

“Sono felice che la scuola sia ricominciata- commenta Diego- ma non sarà facilissimo, dobbiamo rispettare le regole per prevenire il contagio dal Covid ed utilizzare tutti i dispositivi di sicurezza. Sarà l’unico modo per affrontare l’anno e socializzare”.

In auditorium, la dirigente scolastica e i docenti rivolgono il loro benvenuto ai ragazzi. Distanziati, vengono introdotti all’anno scolastico appena iniziato, con le attività didattiche ed extracurriculari che li attendono e con i protocolli di sicurezza che saranno tenuti a rispettare.

“Abbiamo lavorato tutta l’estate- afferma in un’intervista all’agenzia di stampa Dire, la dirigente scolastica Maria Concetta Castorina- sulle planimetrie e sui temi della sicurezza. Questo, è l’anno della condivisione delle regole ed è un imperativo comune per salvaguardare la nostra salute e quella dei nostri famigliari. Con la suddivisione per gruppi di classi parallele, gli studenti si eserciteranno in modo graduale a seguire i percorsi indicati”.

Dal prossimo lunedì, avranno inizio le attività didattiche con due tempi d’ingresso:

“alle 8-8.10 entrerà il primo gruppo di classi- spiega la dirigente- alle 8.15-8.25 il secondo gruppo. Avremo due ricreazioni all’esterno, in aree dedicate, per evitare in tutti i modi assembramenti”.

I ragazzi saranno tutti in presenza:

“ridurremo un’ora a 55 minuti ed il tempo rimanente sarà recuperato o con ingresso anticipato o in Dad, una modalità che vogliamo mantenere per essere pronti a garantire la continuità scolastica in caso di momenti di chiusura improvvisa della scuola”.

“Auguro a tutta la comunità scolastica- conclude Maria Concetta Castorina- che quest’anno possa fluire in modo tranquillo, gli alunni sono al centro della nostra attenzione. Spero che non ci possa essere più un lockdown perché, quella vissuta, è stata un’esperienza traumatica ed un momento drammatico per la scuola, soprattutto per chi vive la scuola al suo interno”.

2020-09-14T15:29:31+02:00