VIDEO | Baby 3, la clip in esclusiva della serie Netflix

VIDEO| Baby 3, la clip in esclusiva della serie Netflix

Nuovi episodi in arrivo domani su Netflix
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘Nessun segreto dura per sempre’. Così Netflix presenta la terza ed ultima stagione di ‘Baby’, in cui le amicizie, le storie d’amore, i legami familiari e le certezze vanno in cortocircuito.

Se nella prima stagione i protagonisti hanno mosso i primi passi nei loro sbagli e nella seconda si sono buttati a capofitto nel ‘buio’, nella terza Chiara (Benedetta Porcaroli), Ludovica (Alice Pagani) e il resto dei personaggi fanno i conti con le loro azioni, sono chiamati a prendersi delle responsabilità e a fare delle scelte, per il presente e per il futuro, in una storia ispirata alle baby squillo dei Parioli che ha scosso le coscienze.

Presentata oggi dal cast in una conferenza stampa sulla piattaforma Zoom, in ‘Baby 3’ (dal 16 settembre su Netflix) si affronta con più consapevolezza la prostituzione minorile con l’entrata in gioco della polizia, dei tribunali, della cronaca e del ‘mondo dei grandi’ che prende coscienza di non aver saputo essere una guida per i figli. Ma, al contrario, “in questo capitolo abbiamo deciso di ribaltare il punto rendendo molto adulti i teenager e un po’ meno adulti i genitori”, ha dichiarato Nicola De Angelis di Fabula Pictures, che produce la serie dalla prima stagione.

“Quella di Baby è una generazione abbastanza compatibile con la realtà dal punto di vista di questi ragazzi che galleggiano in uno spazio-tempo sospeso, in un senso di abbandono generale con una mancanza di punti di riferimento: dalle istituzioni alle famiglie. Di conseguenza inciampano in circoli viziosi”, ha affermato la Porcaroli.

In questo terzo ed ultimo capitolo – accompagnato dagli inediti ‘Maleducata’ di Achille Lauro e ‘Vertigine’ di Levante in featuring con ‘Altarboy’ – oltre Pagani e Porcaroli, tornano Riccardo Mandolini (Damiano), Brando Pacitto (Fabio), Mirko Trovato (Brando), Lorenzo Zurzolo (Niccolo’), Isabella Ferrari (Simonetta), Claudia Pandolfi (Monica), Denise Capezza (Natalia), Chabeli Sastre Gonzalez (Camilla), Giuseppe Maggio (Fiore), Massimo Poggio (Arturo), Tommaso Ragno (Fedeli), Galatea Ranzi (Elsa), Max Tortora (Roberto) e Thomas Trabacchi (Tommaso). Tra le new entry di questa ultima stagione Anna Lou Castoldi (Aurora), figlia di Morgan e Asia Argento, Antonio Orlando (Pietro) e Ludovico Succio (Alessandro).

“Non ho mai abbandonato la macchina da presa, sono cresciuta sui set. Ma ritrovarmici davanti ha un impatto diverso e questa esperienza mi ha sbloccato tantissimo dal punto di vista personale”, ha dichiarato Anna Lou. “Interpretare Aurora mi ha insegnato un sacco di cose e me la porterò dietro per tutta la vita. È un personaggio- ha continuato- simile a me e mi sono ritrovata bene a calarmi nei suoi panni”. Dopo aver debuttato nel 2014 in ‘Incompresa’, diretto da sua mamma, questo è il primo ruolo importante per la giovane Castoldi: “Mio padre l’ha scoperto poco fa (della sua presenza in ‘Baby 3’, ndr). Mia madre, invece, è felice e fiera di me. I miei genitori mi supportano sempre nelle mie scelte”, ha aggiunto l’interprete di Aurora.

Novità dietro la macchina da presa. Accanto ad Andrea De Sica e Letizia Lamartire, compare, al suo debutto alla regia, Antonio Le Fosse del collettivo GRAMS – composto anche da Re Salvador, Eleonora Trucchi, Marco Raspanti e Giacomo Mazzariol – che ha creato la serie e curato la sceneggiatura di tutte e tre le stagioni.

Assente all’incontro stampa Andrea De Sica: il regista è attualmente sul set di ‘Non mi uccidere’, al cinema dal 2021, con Alice Pagani (intervenuta alla conferenza con webcam spenta per motivi di set) e Rocco Fasano, la star di ‘Skam Italia’.

Guarda la clip, dal primo episodio, in esclusiva per Diregiovani ↓

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it