Sono preoccupato, la mia amica è come sparita, perchè si è chiusa?…

Salve,
gentili esperti vi scrivo in quanto sono in cerca di un consiglio un suggerimento…sono preoccupato per la mia amica Gioia. Siamo compagni di classe e facciamo il quarto anno di liceo, lei è diventata la mia compagna di banco al secondo anno e da allora passiamo molto tempo insieme anche perché i nostri genitori sono amici e quindi ci troviamo a passare insieme anche le vacanze. È da circa un mese che però è come sparita, non veniva a scuola, e nemmeno si collegava alla lezioni on line…le ho scritto in chat, su instagram…ma non mi risponde, o se lo fa lo fa con monosillabi….non sapevo più che pensare, e ho chiesto ai miei genitori…mi hanno detto che Gioia era un periodo che non si sentiva molto bene, e dalle analisi ha tipo livelli di zucchero alti nel sangue, hanno parlato di diabete…..la mamma di Gioia è super apprensiva, e immagino come le sta addosso adesso ancora di più…io non so che fare, glielo dico a Gioia che lo so? Perché non me lo dice lei? Non capisco…..papà mi ha spiegato un po’ di cosa si tratta…dice che ci si convive, che non è pericoloso, come altre malattie che devi fare chemio o cose così…allora perché si è chiusa così? non so, questa cosa mi fa sentire così strano e precario, vorrei parlare con lei, ma allo stesso tempo ho paura di non dire la cosa giusta, che si fa in questi casi?
Mi scuso per la lunghezza dell’email, e vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Tiziano, 17 anni


Caro Tiziano,
comprendiamo la tua preoccupazione per la compagna di classe ed amica Gioia. Dalle tue parole si evince un legame profondo di amicizia e di rispetto che nutri nei suoi confronti, elementi che ti spingono a chiederti il miglior modo per farle comprendere la tua presenza.
Talvolta, nonostante gli sforzi e l’impegno che mettiamo in una relazione di amicizia, quando accadono dei cambiamenti importanti nella vita di una persona a noi cara, c’è bisogno di un momento di attesa, un apparente distacco.
E’ facile per entrambe le parti sentirsi spaesati, disorientati. Ma molto probabilmente Gioia ora sta prendendo del tempo per metabolizzare questa nuova condizione che si trova a dover affrontare per poi riuscire a comunicare anche a te che sei uno dei suoi migliori amici l’accaduto e le emozioni che la coinvolgono.
Infatti, il diabete rappresenta una malattia cronica. C’è bisogno di seguire delle regole nuove per la convivenza con essa, queste possono rappresentare una zavorra, un peso per un giovane. Per cui è comprensibile per la persona mostrare segni di difficoltà emotiva nei confronti della malattia, come rabbia, paura, diniego, senso di ingiustizia, amplificare degli aspetti negativi del diabete. E così percepirsi malato fino a credere che il diabete privi delle normali opportunità che la vita offre, sentirsi diverso e chiudersi in sé stesso.
Ti consigliamo di scrivere nuovamente a Gioia per farle sapere che sei preoccupato per lei e che sai che in questo momento non sta vivendo un momento facile, ma che rispetti il suo silenzio e che appena lei avrà bisogno di parlare ci sarai. Potresti magari ricordarle anche un’occasione in cui lei è stata d’aiuto per te e di come ti sia stata vicino.
Se la vostra amicizia è solida, come ci scrivi, Gioia non dovrebbe sentirsi tradita dal fatto che tu possa accennare alla notizia della sua malattia. Pensiamo che sia importante farle sapere che tu sia presente per lei.

Se ti fa piacere torna a scriverci per farci sapere come è andata.
Un caro saluto!

7 Novembre 2020