Utilizziamo il coito interrotto, ma non sono alla ricerca di una gravidanza…

Gentile Dottoressa, ho 37 anni ed ho sempre assunto la pillola anticoncezionale che ora ho sospeso lo scorso 1° novembre. Da allora io e il mio ragazzo utilizziamo il coito interrotto, ma in realtà io non sono alla ricerca di una gravidanza. Vorrei quindi chiederle quanto il coito interrotto sia rischioso a finché  questo avvenga. In questo mese in cui lo abbiamo utilizzato lui è sempre venuto fuori, ma appena esce, eiacula, quindi temo che esca troppo tardi? ho letto su Internet che tante ragazze sono rimaste incinte in questo modo, tante altre invece no pur praticandolo per molti anni. La ringrazio

Anonima


Cara Anonima,
il coito interrotto non viene considerato un metodo contraccettivo per diversi motivi che è bene andare a vedere da vicino.
Prima di tutto, è difficile stabilire il momento esatto in cui avviene l’eiaculazione e questo passaggio, a volte, non è possibile sottoporlo ad un controllo della mente poiché subentra l’eccitazione e la concitazione del momento.
Ci scrivi che l’estrazione del pene e la successiva eiaculazione solitamente avvengono in tempi ridotti rendendo il tutto meno distinguibile.
Inoltre, penetrazioni consecutive a rapporti dove sia avvenuta un’eiaculazione (anche esterna alla vagina) possono esporre ad ulteriore rischio. Tracce di liquido seminale potrebbero rimanere alla base del pene (anche dopo il lavaggio) ed essere rilasciate successivamente durante la  penetrazione.
Il nostro suggerimento è quello di proteggere sempre i rapporti fin dall’inizio se non si vuole incorrere in rischi per una gravidanza. Se pensi che la pillola non sia il metodo più adeguato per te puoi valutare gli altri tipi di contraccezione  in modo da vivere serenamente i rapporti.
Speriamo di averti fornito informazioni utili.
Un caro saluto!

 
2021-08-06T09:35:58+02:00