Mia figlia ha iniziato una relazione con un ragazzo più grande a distanza…

Esperti, sono la mamma di una ragazza di 17 anni. Vi scrivo perché sono molto preoccupata per lei, da un pç di mesi ha iniziato una relazione con un ragazzo più grande a distanza e passano le giornate in video chiamata. Mia figlia è sempre stata molto socievole e piena di interessi, ora invece
sembra interessata solo a mantenere questo rapporto nel quale lui cerca di manipolarla allontanandola dai familiari e dalle amicizie. Non so come aiutarla e vorrei che lasciasse questo ragazzo. Spero che possiate darmi qualche consiglio.  

Mamma


Cara Mamma,
ci arriva forte la preoccupazione per sua figlia e per la nuova relazione.
Conosciamo poco della vostra storia. Ad esempio non sappiamo se questa è la prima relazione di sua figlia oppure ce ne sono state altre in cui avevate la medesima preoccupazione. In generale vi possiamo dire che essere genitore di un’adolescente comporta sfide e fatiche non sempre facili da affrontare.
I ragazzi vivono una fase di grandi cambiamenti e si sperimentano in relazioni tra pari sempre più profonde e importanti. Gli adolescenti tendono a vivere infatti le emozioni in modo intenso e assoluto e allora una nuova relazione può diventare esclusiva e può capitare che prenda il sopravvento su tutto il resto. Solitamente si tratta di fasi, tanto intense quanto passeggere.
Ci chiediamo se lei conosce personalmente il ragazzo, e come ve ne parla vostra figlia. Provare ad avere un approccio non giudicante ma di apertura può portarvi a comprendere cosa ha attirato vostra figlia in questa relazione e se ci sono reali motivi per preoccuparsi.
Signora, amare il proprio ragazzo non esclude amare la propria famiglia, l’amore è una forza che moltiplica non toglie. Se è questa la preoccupazione può essere utile provare ad avere un dialogo con sua figlia. Provate prima a capire se la ragazza è nella fase dell’infatuazione e questa la porta ad essere più concentrata sulla coppia e non sugli amici, o se c’è davvero il pericolo reale che il ragazzo la voglia allontanare dai famigliari. Talvolta il timore di vedere i figli assorti in relazioni nuove ci può far interpretare in modo errato le situazioni. Non sappiamo che legame la unisce a sua figlia, ma crediamo che un dialogo autentico e basato sul rispetto possa essere un modo per legittimare la figlia a vivere una relazione, senza recidere il legame con la famiglia di origine.

Potrebbe essere utile per voi provare a capire se anche gli altri famigliari o amici sono preoccupati, tutto ciò vi aiuterà a definire meglio la situazione. In genere gli adolescenti sfidano i nostri limiti, ci mettono in discussione e provocano. Ma il rapporto di fiducia costruito con voi giorno dopo giorno, vi aiuterà a trovare la strada per comprendere il bisogno di vostra figlia, e guidarla osservandola da lontano ovvero senza sostituirsi a lei, ma aiutandola a capire e conoscersi a fondo.
Speriamo di avervi dato degli spunti di riflessione utili, rimaniamo a vostra disposizione se vorrete raccontarci come state.
Un caro saluto!

2020-12-02T11:40:54+01:00