Serie d’Argento, premiate Gomorra e L’Amica Geniale

Assegnati Nastri speciali a tre serie iconiche in attesa delle cinquine nel 2021
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Gomorra, L’Amica Geniale e Montalbano. Queste le serie che hanno ricevuto il Nastro d’onore nell’ambito di ‘Serie d’Argento‘: i premi dedicati alla serialità italiana – sempre più dal respiro internazionale, conquistando giorno dopo giorno il pubblico e il mercato oltreconfine – che si sono aggiunti alla famiglia dei Nastri d’Argento, i riconoscimenti del Sngci (Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani), presieduto da Laura Delli Colli.

Una diretta streaming per l’annuncio di questi premi speciali – le cinquine saranno comunicate nel 2021 – in collaborazione con la Film Commission Regione Campania, che a Napoli in questo momento domina i set più attivi e importanti di serie tv. Attualmente, infatti, sono in corso le riprese della quinta stagione di Gomorra – La serie e la terza de L’Amica Geniale.

In collegamento tantissimi protagonisti dell’audiovisivo. Tra questi, Giancarlo Leone, Riccardo Tozzi, Nicola Maccanico, Domenico Procacci, Carlo Degli Esposti, Saverio Costanzo, Luca Zingaretti e Marco D’Amore. Questi ultimi due hanno mandato i loro ringraziamenti. “Vi ringrazio dal set di Gomorra 5 per testimoniare come donne e uomini continuino a lavorare, anche in questo periodo difficile, perché sentono necessario quello che facciamo. Grazie anche a Napoli fucina di talenti, fonte inesauribile di ricchezza e bellezza“, ha detto D’Amore.Montalbano è stata un’avventura fantastica, una cavalcata meravigliosa. Mi porterò dentro per sempre le ore di chiacchierate con Andrea Camilleri, i mesi passati sul set a lavorare su Salvo e Alberto Sironi che per me è stato una figura paterna, ha dichiarato Zingaretti.

Un affettuoso saluto da Napoli anche da Ludovica Nasti e Elisa Del Genio le ex piccole Lila e Lenù de L’amica geniale che saranno premiate come esordienti. “Pensando a questa serie vengono in mente due parole, magia, quella creata sul set con grandi emozioni, e gioco, perché Saverio Costanzo e tutta la troupe ci hanno fatto sempre anche molto divertire. Oggi penso di voler studiare e ringrazio Elena Ferrante perché L’amica geniale è stata un’opportunità di crescita”, ha commentato Nasti.

Con lei anche Elisa Del Genio, la bionda Lenù meno timida di quanto non fosse cinque anni fa e impegnata già nello  studio per migliorare la  dizione e puntare ad una crescita che deve molto alla lezione di una serie che le resta nel cuore come il  suo personaggio, Un percorso di formazione che dichiara anche Saverio Costanzo (premiato per la scrittura seriale  e la regia de L’amica geniale): “Sì, un percorso di formazione anche per me come per Lenù e Lila. In questi cinque anni, mi sento di essere diventato da giovane regista un regista ‘uomo’. Ho avuto la fortuna di lavorare su una partitura eccezionale“.

Aspettando le celebrazioni del 75esimo anno, i Nastri completeranno, in streaming, anche il palmares 2020 con la consegna dei premi per i documentari e i Corti d’Argento, già annunciati, quest’anno posticipati nel calendario abituale a causa del Covid-19.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it