Imbalsamato “l’alligatore di Hitler”: sarà esposto in un museo

Saturn era morto lo scorso maggio nello zoo di Mosca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Imbalsamato ed esposto allo State Darwin Museum di Mosca. Saturn, l’alligatore di Hitler sopravvissuto alla guerra, ha trovato il suo posto d’onore anche dopo la morte. Scomparso lo scorso maggio alla veneranda età di 84 anni, l’anziano rettile sarà visibile al pubblico dal prossimo 16 gennaio, con la riapertura del museo.

Foto: Facebook

“E’ un momento solenne, Saturn ha il suo posto d’onore nella sezione dedicata alla fauna nordamericana”, scrive il Darwin Museum su Facebook. “Nessun rettile del museo ha una biografia così ricca!”.

Foto: Facebook

Alligatore del Mississipi, Saturn ha trascorso i primi anni di vita nello zoo di Berlino, dove fu donato nel 1936 poco dopo la sua nascita. Tuttavia, quando la città fu bombardata nel 1943, di lui si persero le tracce.

Fu ritrovato da un gruppo di soldati inglesi solo tre anni più tardi. E’ un mistero come sia sopravvissuto in questo periodo. Fu consegnato allo zoo di Mosca nel 1946, dove ha vissuto per il resto della vita. Poco dopo il suo arrivo in Russia, iniziò a circolare la leggenda metropolitana che l’alligatore appartenesse alla collezione privata di animali di Adolf Hitler. La voce è stata categoricamente smentita dallo zoo.

Nonostante la veneranda età, è impossibile definire se Saturn sia o meno l’alligatore più vecchio del mondo. In Serbia, allo zoo di Belgrado, vive un altro alligatore di circa 80 anni.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it