‘House of the Dragon’: tre nuovi nomi nel cast e nella regia

Si tratta di Olivia Cooke, Emma D'Arcy e Matt Smith. Dieci gli episodi della prima stagione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Arrivano buone notizie per i fan di ‘Game of Thrones’. In attesa di vedere il prequel ‘House of the Dragon’ in arrivo nel 2022, ‘The Hollywood Reporter’ ha svelato i nomi di tre nuovi attori nel cast: Olivia Cooke, Emma D’Arcy e Matt Smith.

La fiction tv, infatti, “sta cominciando a prendere forma”: le new entry daranno la propria voce e il proprio volto rispettivamente a:

Alicent Hightower, descritta da HBO come “la figlia di Otto Hightower, il Primo Cavaliere del Re e la donna più avvenente dei Sette Regni” Di lei si dice ancora che “è stata allevata nella Fortezza Rossa, vicino al re e al suo cerchio più interno” e che “ possiede sia una grazia cortese che un acuto acume politico”;

• La principessa Rhaenyra Targaryen, “la primogenita del re, di puro sangue di Valyria, una Cavaliera di Draghi”;

• Il principe Daemon Targaryen, il “fratello minore di Re Viserys ed erede al trono. Guerriero impareggiabile e Cavaliere di Draghi, possiede il vero sangue del drago. Ma si dice che ogni volta che nasce un Targaryen, gli dei lanciano un moneta nell’aria”.

‘House of the Dragon’, dove abbiamo visto i nuovi attori?

La notorietà di Cooke è arrivata col prequel di ‘Psycho’ di Alfred Hitchcock, ‘Bates Motel’, di A&E. Poi ha fatto parte de ‘Le origini del male’ (‘The Quiet Ones’), ‘The Signal’, ‘Ouija’, ‘Quel fantastico peggior anno della mia vita’ (‘Me Earl and the Dying Girl’), ‘Ready Player One’ e ‘Sound of Metal’ di Amazon. In uscita con ‘Pixie’, nel 2021 sarà tra i personaggi della science fiction ‘Little Fish’.

D’Arcy è nota per Truth Seekers di Amazon e Hannah II, Wanderlust di BBC / Netflix. Recentemente sono terminate le riprese del film Mothering Sunday, che ospita anche Olivia Coleman, Colin Firth e Josh O’Connor.

Smith è probabilmente il più famoso tra i tre: con il ruolo del Principe Filippo, ha vinto un Emmy in “The Crown”, altra serie di grande successo. Inoltre, è stato l’11esimo Dottore in ‘Dr. Who’. Presto invece lo apprezzeremo in ‘Morbius’ della Marvel e in ‘Last in Soho’, horror psicologico diretto da Edgar Wright.

I casting sono iniziati solo questa estate: gli interpreti citati si aggiungono a Paddy Considine, che sarà King Viserys Targaryen, ‘scelto dai signori di Westeros per succedere al vecchio re, Jaehaerys Targaryen, al Gran Consiglio di Harrenhal’. Viserys, gentile e rispettabile, ha come desiderio quello di “portare avanti l’eredità di suo nonno”. Tuttavia, “gli uomini buoni non sono necessariamente dei grandi re”. Non solo novità per chi recita: ci sono indicazione anche sul dietro le quinte. Greg Yaitanes si aggiunge alla regia con Clare Kilner e Geeta V. Patel. Lui sarà anche co-produttore esecutivo.

‘House of the Dragon’, basata sul libro di Martin ‘Fire & Blood’, è ambientata trecento anni prima degli eventi di ‘Game of Thrones’ e racconta la storia dei Targaryen. Gli episodi del fantasy, co-creati da Ryan Condal e da Martin, saranno dieci per una prima stagione, come ordinato da HBO. Miguel Sapochnik e Condal saranno co-showrunner e produttori esecutivi insieme a Martin, Vince Gerardis, Ron Schmidt, Sara Lee Hess. Condal firmerà la sceneggiatura insieme a Lee Hess. Alla regia ci sarà Sapochnik, già alla guida di diverse puntate de ‘Il Trono di Spade’; nel 2016 ha vinto un Emmy per la miglior regia in una serie drammatica per l’episodio ‘La battaglia dei bastardi’.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Sausan Khalil
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it