Scuola, studenti Milano: “Noi chiusi in camera, con Freud e Bauman apriamo finestre”

Un ciclo di videolezioni girate dai giovani dell'istituto "Maria Ausiliatrice"

Sigmund e Zygmunt, Freud e Bauman. Il padre della psicanalisi Freud e il sociologo della “liquidità”. Due tra i ‘Sigismondi’ (questa la traduzione italiana) più noti del pensiero occidentale contemporaneo sono diventati oggetto di due serie di video sviluppate durante la Dad dagli studenti e dalle studentesse di scienze umane dell’istituto ‘Maria Ausiliatrice’ di Milano.

‘Vita e pensiero’, ‘Psiche’, ‘Sessualità infantile’ e ‘Psicopatologie’ con riferimenti conclusivi all’attualità con le psicosi da contagio sono le quattro pillole sullo psicoanalista tedesco. ‘Vita e pensiero’, ‘Previsioni per il futuro’, ‘Consumo dunque sono’, ‘Società e felicità’, ‘La fine del mondo’, sono invece i titoli della playlist sul sociologo polacco.

“Il secondo lockdown totale della scuola secondaria di secondo grado e la migrazione delle lezioni in didattica a distanza hanno messo, di nuovo, a dura prova la voglia di imparare degli studenti e la capacità di comunicare il fascino della conoscenza da parte dei docenti– spiega a diregiovani.it il professore Samuele Ferrarese- Chiusi nelle nostre stanze, abbiamo pensato di aprire due finestre per andare a guardare mondi che ci parlano dell’uomo, della società, del nostro passato e del futuro che ci attende. Abbiamo aperto una finestra dentro di noi, scoprendo il pensiero di Sigmung Freud e affacciandoci al discorso sull’inconscio; abbiamo aperto una finestra fuori di noi, entrando in contatto con le prospettive sociologiche di Zugmunt Bauman e i concetti di liquidità della società”.

Il lavoro che gli studenti e le studentesse hanno svolto si è concretizzato in due cicli di lezioni online, realizzati attraverso lavori di gruppo a partire da diversi temi caratteristici del pensiero dei due autori.

“Lavorare in gruppo è sempre un’ottima cosa per rendere più leggero e coinvolgente il compito. Questo periodo particolare, purtroppo, ci costringe a farlo a distanza con compagni che conosciamo ancora poco e ciò complica un po’ le cose. Ciononostante questo progetto mi ha aiutato a migliorare il mio modo di collaborare con gli altri”.
Conclude compiaciuto il docente: “Il risultato è stato, come spesso accade quando si ha a che fare con i giovani, sorprendente: la proposta si è trasformata in interesse, l’interesse in passione, la passione in impegno”.
I video sono disponibili a questi link: bit.ly/lezionisuFREUD; bit.ly/lezionisuBAUMAN.

2021-02-03T16:56:07+01:00