Sono molto preoccupata per questo ritorno a scuola in presenza...

Sono molto preoccupata per questo ritorno a scuola in presenza…

Salve sono molto preoccupata per questo ritorno a scuola in presenza. Non sono più abituata alla relazione sociale e questa prima settimana è stata piuttosto traumatica. Il contatto con gli altri non mi permette di concentrarmi sullo studio. Queste difficoltà le ho sempre avute, ma con questa interruzione sembrano essersi accentuate. Inoltre da quando abbiamo ripreso in presenza sto facendo parecchie assenze perché la mattina prima di entrare a scuola mi viene una forte ansia. Avreste qualche consiglio da darmi o sapreste consigliarmi qualche farmaco che possa aiutarmi a ridurre questo stato di ansia?

G. 16 anni

 

Cara Anonima,
ci dispiace per il periodo che stai attraversando, le tue parole ci lasciano pensare che tu stia vivendo emozioni molto difficili da gestire. Come avrai avuto modo di vedere, la pandemia ci ha costretto a rivedere tutte le nostre quotidianità e, come nel tuo caso, ci ha spinto anche a fare i conti con le nostre fragilità: leggiamo delle tue difficoltà, e di come già prima della pandemia avessi delle remore nel relazionarti con l’altro. E’ possibile che la paura del contagio, i continui rischi dei contatti, abbiamo  accentuato il tuo malessere. Nel momento in cui eviti il rapporto con gli altri, probabilmente, è come se tu adottassi una protezione nei confronti di te stessa. Di cosa hai paura, ora? Da cosa ti proteggevi anche prima? La paura è un’emozione che serve a metterci in salvo, si può reagire per proteggersi dalla minaccia con evitamento o aggressività. E’ naturale provare ciò, ma forse può esserti utile riflettere sul perché stai reagendo in questo modo. Se questo evitare tutti nasconde in realtà la paura di aver un gran bisogno degli altri (ancora di più in questo periodo di criticità dove è più forte l’assenza delle relazioni) allora forse è il caso di provare a guardarsi un po’ dentro e dare spazio alle paure, solo accettandole si possono gestire. 
L’ingresso a scuola significa probabilmente per te “un’immersione” non facile nelle relazioni e, spostare la preoccupazione sul rischio di contagio forse rende più gestibile tali pensieri.
Prova a darti del tempo per riabituarti al contesto scolastico, vedrai che le cose miglioreranno riprendendo la quotidianità.

Potresti considerare la possibilità di rivolgerti ad un professionista del benessere, ad esempio uno psicologo, soprattutto se presente all’interno della tua scuola. Potrebbe essere lo spazio idoneo per dar voce a tutto ciò che crea in te malessere. 
Sperando di esserti stati di aiuto, un caro saluto!

 
Autore: L'èquipe degli esperti
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it