La NASA rilascia i VIDEO dell’atterraggio di Perseverance su Marte

Immagini in alta definizione dello storico 'ammartaggio'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Milioni di persone di tutto il mondo hanno seguito con il fiato sospeso l‘atterraggio di Persevarnce su Marte. Adesso è possibile vivere quel momento con gli occhi del rover.
La NASA, infatti, ha rilasciato due nuovi video dello storico ammartaggio.

Nel primo video in alta definizione è possibile avere un quadro completo dell’atterraggio sul cratere Jezero del rover grazie al supporto di diverse fotocamere.

Per la precisione, le inquadrature provengono da una telecamera della navicella con cui Perseverance è entrato nell’atmosfera marziana, da una telecamera in cima all’aeroshell (una capsula che protegge il rover) che guarda il paracadute, da una telecamera del rover che guarda lo stadio di discesa e da una telecamera sul fondo di Perseverance che punta alla superficie marziana.

Il secondo video, invece, è un panorama di Marte a 360 gradi, realizzato il 20 febbraio dalle Navcams (Navigation Cameras) di Perseverance, posizionate sulla sua “testa”. Nessun altro rover marziano ha un numero così elevato di fotocamere, per un totale di 19.
Per avviare il “tour virtuale” basta cliccare il tasto play e spostarti su Marte semplicemente tenendo premuto il tasto sinistro del mouse e muovendolo nella direzione scelta.

Perseverance su Marte

Perseverance è atterrato sul cratere Jezero di Marte il 18 febbraio. Tra gli obiettivi chiave della missione del rover c’è l’astrobiologia, inclusa la ricerca di tracce di antica vita microbica.

Il rover caratterizzerà la geologia del pianeta rosso e il clima passato, aprirà la strada all’esplorazione umana di Marte e sarà la prima missione a raccogliere e conservare rocce e regolite marziane.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Gloria Marinelli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it