Con ‘Addiopizzo’ il viaggio d’istruzione diventa virtuale

L'associazione antimafia siciliana propone quattro virtual tour per le scuole superiori

ROMA – Visitare Palermo, scoprire le bellezze della cultura e del territorio siciliano, studiarne la storia intrecciata con la storia della mafia e dell’antimafia. Anche online, da casa o da scuola. È la proposta di viaggio di istruzione dell’associazione antimafia siciliana ‘Addiopizzo’ che ha lanciato quattro virtual tour per le scuole superiori.

“Inizia la stagione che, normalmente, è la nostra più bella. Quella in cui veniamo invasi da giovani di ogni età e da ogni parte d’Italia- scrive su Facebook il presidente dell’agenzia di turismo etico Addiopizzo Travel Dario Riccobono- Quest’anno non sarà così, per colpa di questo maledetto covid. Noi però non ci siamo voluti rassegnare alla solitudine e all’immobilismo e in questi mesi abbiamo lavorato per trovare una soluzione, una soluzione che però non fosse un ripiego”.

Da qui allora i quattro “viaggi virtuali, per scoprire, approfondire, emozionarsi, rimanere in contatto”, aggiunge Riccobono, in compagnia di un mediatore esperto di Addiopizzo Travel, “sfruttando al massimo la tecnologia, per permetterci di viaggiare nel tempo e nello spazio con pochi clic”.

La mafia: un fatto umano’, ‘Per non dimenticare, Falcone e la strage di Capaci’, ‘C’è chi dice no… al pizzo’ e ‘Palermo porto aperto virtual tour’: questi i quattro pacchetti viaggio virtuali e interattivi.

“Abbiamo raccolto documenti dimenticati, alcuni inediti, altri li abbiamo ricostruiti. Abbiamo previsto anche dei momenti interattivi, per non lasciare solo un ruolo passivo agli studenti. Adesso- conclude Riccobono- aspettiamo che voi ci chiamiate, per non arrenderci al covid, per non lasciar passare un altro anno senza vederci”.

Per informazioni e iscrizioni si può visitare il sito: addiopizzotravel.it

2021-02-24T10:52:01+01:00