Università, alla Sapienza tamponi gratuiti per gli studenti

Rettrice Polimeni: "Consentiranno tracciamento e didattica sicura"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – In fila per un tampone molecolare prima di entrare in aula. È stato inaugurato questa mattina il punto sanitario allestito presso la città universitaria dedicato ai tamponi molecolari per la diagnosi di SARS-CoV-2 per gli studenti della ‘Sapienza’ di Roma. Gli studenti potranno sottoporsi ai tamponi gratuitamente, dal lunedì al venerdì, dietro prenotazione e su base volontaria.

“È la prima iniziativa in Italia che vede una grande sinergia tra l’università e il Policlinico. Un fatto assolutamente importante per mettere in sicurezza le attività didattiche e per riprendere una gestione della didattica universitaria”, ha detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Le attività di screening si svolgono con il supporto degli studenti tirocinanti delle professioni sanitarie.

“Questa è un’iniziativa degli studenti per gli studenti perché questo affiancamento dei tirocinanti delle professioni sanitarie nell’azione dei tamponi è un grande segnale- ha commentato Antonella Polimeni, rettrice dell’Università ‘Sapienza’ di Roma– Le prenotazioni sono iniziate il 25 e oggi sono stati calendarizzati 300 tamponi e tutti sono presenti all’appuntamento”. Polimeni ha poi spiegato che si tratta di tamponi molecolari “che ci consentono di fare un tracciamento puntuale anche in presenza di eventuali varianti”.

“L’ospedale si affianca all’università per avviare questa nuova fase di riapertura- ha aggiunto il direttore Generale del Policlinico Umberto I, Fabrizio d’Alba– si tratta di tamponi molecolari ma fatti per fare screening massivi. Una tecnica particolare che si chiama pooling. Gli studenti avranno i risultati entro 24 h”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Chiara Adinolfi
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it