#NewMusicAlert: Holden pubblica “Prologo”, il suo disco d’esordio

In un'intervista a distanza il cantautore figlio di Paolo Carta (il compagno di Laura Pausini) ci racconta il lavoro sulle piattaforme dal 26 marzo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Vi sarà capitato di fare un giro sulle piattaforme digitali e imbattervi in “Na na na”, hit virale impossibile da non canticchiare. Dietro c’è Holden, al secolo Joseph Carta. Degno rappresentante e portavoce della generazione Z, il cantautore e produttore si lascia alle spalle i vari singoli pubblicati in questi anni e rilascia il suo album d’esordio. È su tutte le piattaforme da venerdì 26 marzo “Prologo”, un progetto che è il capitolo zero della storia di Holden, il cui nome lo deve a “Il giovane Holden” di J.D. Salinger.

Classe 2000, Joseph ha preso tutta la sua esperienza con l’EDM e l’elettronica, genere da cui è partito facendo musica, e l’ha mescolata con nuove contaminazioni, come ci ha raccontato lui stesso ai nostri microfoni a distanza.

Un debutto non banale

Il risultato 17 tracce che Joseph ha scritto e prodotto, sperimentando con i suoni e con le parole. Ciliegina sulla torta sono le collaborazioni: speciali perché tutte nate a Roma, sua città natale. Nella tracklist troviamo Coez, Gemello e Quentin40. Tre nomi che di certo aggiungono spessore a un album di debutto.

Holden riesce nell’impresa di risultare attuale senza essere banale nei suoni e nei testi, l’autoproduzione è un merito aggiuntivo per un ragazzo cresciuto nella musica (come si intuisce anche nella copertina del disco) – suo padre è il musicista Paolo Carta, il compagno di Laura Pausini – ma mai condizionato dai legami di parentela.

Nel suo passato solo grandi sogni. Il primo, quello di pubblicare un disco, è appena stato realizzato. Il secondo chissà: “Mi piacerebbe suonare all’Olimpico essendo di Roma”, ci dice. Il percorso è solo all’inizio!

L’INTERVISTA ↓

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it