‘CodyTrip’, una gita scolastica fra arte e coding

Al via ad aprile l'iniziativa promossa dal Museo Marino Marini di Firenze
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Al Museo Marino Marini di Firenze, l’alleanza tra cultura e arte ha sconfitto le distanze imposte dalla pandemia. Si chiama ‘CodyTrip’, la gita scolastica in diretta on line, organizzata da DIGIT srl, spinoff dell’Università di Urbino, che permetterà a chiunque lo vorrà, di vivere un’esperienza all’insegna della conoscenza e della tradizione grazie all’ausilio di tecnologie digitali, coding e immaginazione, giocando con la geometria, la matematica e la crittografia.

“Sarà una giornata all’insegna della curiosità, del coinvolgimento, della condivisione, della conoscenza dell’arte attraverso strumenti di tecnologie innovative  per far scoprire a ragazzi e famiglie, attraverso nuove modalità di fruizione, i capolavori di Marino Marini ma anche gli spazi architettonici del museo insieme al fascino della proporzione aurea del Sacello del Santo Sepolcro della Cappella Rucellai”, ha spiegato Patrizia Asproni, Presidente del Museo Marino Marini, che ha fornito qualche anticipazione sull’evento  in programma per il 15 aprile prossimo. 

Nessun desiderio di sostituire i viaggi tradizionali ma solamente  l’ambizione di costituirne un’efficace anticipazione: questo, l’obiettivo dell’iniziativa che mira a far apprezzare –  anche a distanza – luoghi e territori che potranno presto tornare ad essere frequentati e vissuti dal vivo. 

“Useremo la rete per colmare le distanze, ma appena inizierà la diretta, dalla Stazione di Santa Maria Novella, dimenticheremo di essere online e saremo semplicemente in gita, insieme”, così Alessandro Bogliolo, professore di Sistemi di elaborazione delle informazioni all’Università di Urbino che farà da guida nelle gite e visite che avranno luogo. 

Tra i “compagni di viaggi” di questa esperienza multisensoriale personalità di calibro come Mario Nanni, maestro della luce e Visiting Director del Museo Marini di Firenze, Sileno Cheloni, Maestro profumiere di fama internazionale, Gaia Nanni, attrice teatrale, performer e storyteller, Teresa Porcella, educatrice, autrice, editor e traduttrice per diversi editori italiani e stranieri, Chiara Lachi, dell’associazione Immaginario, e Gloria Fossi, storica dell’arte medievale e moderna.

Al fianco del Museo Marino Marini anche Save the Children, Fondazione Mondo Digitale, Grey Panthers e Giunti Scuola, tutti consapevoli che  l’uso della tecnologia unita alla cultura sia il più efficace antidoto contro la povertà educativa e il più potente incentivo per l’alfabetizzazione digitale, il dialogo intergenerazionale e l’educazione alla cittadinanza digitale. 

Ma Codytrip non parla solo alle scuole: in virtù dello spirito inclusivo che caratterizza il museo l’iniziativa sarà resa gratuita e aperta a tutti coloro che desiderino vivere un’esperienza senza precedenti da turisti culturali. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it