La sessualità mi fa vivere in un’angoscia perenne…

Buongiorno, Sono una ragazza che soffre di ansia generalizzata. Nonostante abbia fatto molti progressi in tanti ambiti, ce n’è uno che mi fa vivere nell’angoscia perenne: la sessualità. Ho il terrore di rimanere incinta, e non riesco a godermi la sessualità in maniera serena. Su Internet trovo di tutto e questa cosa mi manda in panico. Cerco sempre di stare attenta ad evitare contatti con il liquido del partner e uso sempre il preservativo. Tuttavia è difficile tenere “tutto sotto controllo” durante ad esempio il petting. La domanda che vi faccio è quindi la seguente: qualora dovessero esserci dei residui di liquido preseminale/seminale sulle mani o in concomitanza di “strusciamenti” tra genitali esterni c’è effettivamente rischio di gravidanza? 
Non mi riferisco alle situazioni in cui lo sperma è ben visibile, ma quando le mani e la zona sono un po’ umide o poco pulite. Per tagliare la testa al toro e cercare di stare più tranquilla, porto il nuvaring, ma nemmeno la contraccezione ormonale mi lascia priva di dubbi: Il foglietto illustrativo dice che una volta acquistato deve rimanere sotto i 31°. Cosa fare, quando la temperatura sale sopra i trenta? Abito al sud e d’estate la temperatura è molto alta. È corretto in questi casi tenerlo in frigorifero? Mi scuso per la mail prolissa. Grazie in anticipo per la risposta

Anonima

Cara Anonima,
capiamo le tue preoccupazioni e le tue paure e per questo cercheremo di darti delle risposte che speriamo possano aiutarti a gestirle. 
Per quanto riguarda la paura di restare incinta vogliamo rassicurarti sul fatto che il preservativo se usato correttamente, cioè infilato nel modo giusto, dall’inizio del rapporto, è un metodo sicuro sia per impedire una gravidanza sia come protezione dalle malattie sessualmente trasmesse. Rispetto alla paura di residui di liquido durante il petting, vogliamo rassicurarti che affinché si verifichi un concepimento è necessaria un’eiaculazione interna del pene in vagina e che la donna si trovi nel suo periodo fertile che in un ciclo regolare si verifica orientativamente tra l’11° e il 18° giorno dopo l’ultima mestruazione. Poiché però tu assumi un contraccettivo ormonale, devi sapere che questo rilascia giornalmente una bassissima dose di ormoni, ed è sicuro perché inibisce l’ovulazione, quindi rende impossibile la fecondazione dell’ovulo. Rispetto alla sua conservazione, l’anello vaginale va conservato sotto i 30° e non serve conservarlo in frigorifero, poiché le temperature interne alle case molto difficilmente superano questi gradi anche se fuori fa molto più caldo. Accertati di non lasciarlo al sole, ma di conservarlo in un luogo riparato e all’ombra e stai tranquilla che non perderà la sua efficacia!
Poiché da quello che dici per te la sessualità è fonte di estrema ansia, vorremmo provare a riflettere insieme se hai mai pensato ad un aiuto psicologico per vivere questa parte così importante delle relazioni e della vita umana con maggiore serenità e senza angoscia? Potresti rivolgerti al Consultorio della tua zona dove il personale sia medico che psicologico saprà darti le informazioni e l’aiuto di cui potresti avere bisogno proprio nell’ambito della sessualità e della prevenzione sessuale. Facci sapere cosa ne pensi…
Un caro saluto!

 
2021-09-07T12:52:44+02:00