Le vacanze e lo stato di singletudine mi pesano ancora di più….

Buongiorno, sono V. è da un po’ di tempo che vi scrivo e conoscete un po’ la mia storia. Ahimè sono single da 1 anno, ho avuto nei primi mesi tornata single una frequentazione perlopiù sessuale se così si poteva definire. Come sapete è successo quello che è successo (gravidanza indesiderata, IVG). Io ora sto bene, ho continuato la mia vita. Al momento non ho ancora trovato lavoro. La scorsa settimana tramite una conoscenza in comune sono riuscita a tornare in contatto con lui. Lui mi ha sbloccato su WhatsApp, mi ha scritto alcuni convenevoli per messaggio. Poi per caso l’altro giorno ci siamo incontrati per strada qui in città e mi ha inviato al bar così abbiamo un po’ chiacchierato, ma non di cose personali e abbiamo anche un po’ scherzato come due vecchi amici. Poi quando ci siamo salutati, io gli ho scritto che mi ha fatto piacere vederlo e lui ha scritto che anche per lui la stessa cosa. Mi ha scritto poi che una sera magari ci incontriamo per bere qualcosa. Ho interpretato ciò come un invito. Purtroppo quest’anno passerò l’estate in città (città del nord senza mare). Il mare ce l’ho a 2-3 ore di distanza. Purtroppo è la seconda estate di fila che passerò qui. Lo scorso anno causa covid nemmeno la mia famiglia era andata in vacanza al mare. Quest’anno invece i miei genitori e mio fratello partono fra qualche giorno e io invece ho scelto di stare qui in città e quindi non farò nessuna vacanza. I miei genitori mi avevano proposto di andare con loro 9 giorni al mare ma sinceramente non ho molta voglia di andare con loro e mio fratello di 17 anni. Mi sentirei un po’ fuori luogo a 25 anni dietro ai genitori e al fratello minore. Alloggeranno in un appartamento e poi passerei intere giornate con loro visto che nel posto non conosco nessuno. Sinceramente non sono molto invogliata a trascorrere dei giorni così, penso già che mi annoierei tantissimo come era già successo altri anni. Anche perché insomma ho 25 anni, mi piacerebbe trascorrere una vacanza con un’amica, con persone della mia età. Se avessi un fidanzato non ci sarebbe questo “problema”. Ahimè tempo di vacanze e lo stato di singletudine mi pesa ancora di più. Ho vissuto un anno molto intenso fra essere tornata single, essermi laureata, la gravidanza indesiderata i mesi scorsi. Avrei bisogno un po’ di sconto staccare ma sinceramente con i miei per 9 giorni in un posto che non conosco dove non conosco nessuno, sarei sempre costretta a stare con la mia famiglia. Allora ho optato per rimanere a casa in città e quindi non farò nessuna vacanza. Qui dove vivo potrei fare solo qualche gita fuori porta di una giornata con qualche amica, altro non potrei fare. Cosa ne pensate di tutto ciò? Vi ringrazio anticipatamente. Cordiali Saluti

Anonima, 25 anni


Cara Anonima,
bentornata nella nostra rubrica. Immaginiamo che per te abbia significato molto riaprire uno spazio distensivo con lui, magari non riporci troppe aspettattive, prova a vedere giorno dopo giorno cosa succede. Continua a concentrarti sulla ricerca del tuo equilibrio e della tua serenità, evitando ansie, timori, attese e delusioni. Magari questo spazio potrà portarvi ad un rapporto di amicizia, a nuova leggerezza, o alla possibilità di poter chiudere un momento difficile con la giusta serenità.
Hai perfettamente ragione sono stati anni densi e spesso faticosi, e staccare dalla quotidianità dalle mura domestiche deve essere un passo importante se non necessario. Ci sembra di capire che ci sono delle amiche in città, potreste magari organizzare anche solo un weekend o due giorni fuori, che sia al mare, in montagna o in un’altra città. Sicuramente il gruppo di pari crea una energia e una libertà differente da quella che si può sperimentare in famiglia. Ma valuta con flessibilità le tua priorità, nulla ti vieta di raggiungere i tuoi per qualche giorno e godere dell’aria di mare, di partire tu alla scoperta di una meta che ti piace, di coinvolgere una o più amiche nelle tue proposte.
Ci sembra che l’imperativo possa essere flessibilità ma soprattutto concretezza. Spesso vogliamo fare mille piani ma poi ci fermiamo tra ipotesi, paure, studi di fattibilità. Forse ora è arrivato il momento di fare qualcosa, anche piccolo ma che possa darti quel senso di stacco e di libertà.
Buone vacanze e torno a scriverci se ne avessi bisogno.
Un caro saluto! 

2021-08-03T15:42:44+02:00