Notte di San Lorenzo con le Perseidi, le stelle cadenti dell’estate

Naso all'insù per lo sciame più romantico dell'anno

Si rinnova l’appuntamento con le Perseidi, le stelle cadenti dell’estate.
Conosciute anche come “Lacrime di San Lorenzo”, queste affascinanti meteore raggiungeranno il picco, ossia il momento di maggiore intensità, la notte tra l’11 e il 12 agosto, ma saranno visibili per tutto il mese. Lo sciame potrebbe regalarci oltre 100 ogni ora.

Come osservare le Peseidi

Per osservare le stelle cadenti di San Lorenzo è buona prassi trovare un posto possibilmente lontano dalle luci artificiali. Il cielo quest’anno ci viene incontro: la Luna sarà in fase di novilunio, quindi la sua luce non ci disturberà.
Ma dove guardare?

Per prima cosa dobbiamo trovare il radiante, ossia la zona del cielo nella quale sembrano generarsi le stelle cadenti.
Nel caso delle Perseidi, il è la costellazione di Perseo, da cui prendono il nome.

Nel cielo di agosto, la costellazione di Perseo si trova a Nord – Est.
Può essere riconosciuta con facilità anche dai meno esperti: basterà trovare la famosa costellazione a “W” di Cassiopea.
Perseo si troverà proprio sotto di essa.

stelle cadenti perseidi

Come nascono le Perseidi

Le Perseidi sono originate dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862. Ogni anno l’orbita terrestre attraversa le particelle di polvere lasciate dal passaggio della cometa che, bruciando a contatto con la nostra atmosfera, regalano magiche notti d’estate. L’ultimo passaggio di Swift-Tuttle al perielio è stato nel 1992, il prossimo sarà nel 2126.

2021-08-11T10:31:35+02:00