Sono molto confusa, il mio umore è alquanto altalenante…

Buonasera, mi ritrovo a scrivervi perché per me è un periodo un po’ particolare (ho 17 anni). Sono molto confusa, il mio umore è alquanto altalenante (certe volte sto benissimo e trovo una soluzione a tutti i miei problemi e non trovo quest’ultimi particolarmente gravi mentre altre volte mi ritrovo in uno stato in cui non vedo luce e i miei pensieri aggravano i miei problemi a tal punto da non riuscire a vedere più alcuna soluzione e sentirmi totalmente persa e spaesata e lascio che tutto mi travolga senza sentire energie in me stessa). Non so cosa aspettarmi come risposta a questo messaggio ma sto cercando dei consigli per affrontare questa situazione, spero di essermi rivolta all’email giusta.

Anonima, 17 anni


Cara Anonima,
grazie per la fiducia che riponi nel nostro servizio e per aver condiviso una parte così profonda di te.
L’adolescenza non è certo un periodo semplice da attraversare tra l’incombenza di cercare e costruire una propria identità, la voglia di emanciparsi dalle regole e dal giudizio altrui, la difficoltà a sottrarsi alle aspettative o etichette sociali.
In questa ricerca continua di una definizione sono diverse le tempeste emotive che si attraversano, dove tutto ci sembra confuso e senza alcun punto di riferimento a cui ancorarsi. Ci si sente spesso soli, sovrastati da una emotività che non si riesce a gestire. Ci si sente a volte invisibili all’attenzione altrui, ci sente stanchi nel dover sempre risultare efficienti e performanti.
Le fasi che descrivi sembrano una lotta tra la voglia di non mollare e incanalare nuove energie o progettualità a momenti in cui le emozioni ti sovrastano anestetizzando corpo e anima.
Non bisogna dimenticare che in questi ultimi anni il Covid non ha solo investito il corpo ma è stato un vero e proprio terremoto emotivo, che ha scardinato molte certezze ed equilibri.
Ti dipingi confusa e persa eppure hai saputo descrivere bene il tuo mondo e hai soprattutto trovato la spinta di chiedere aiuto. Cercare uno spazio neutro in cui poter depositare le tue emozioni o i pensieri frammentati è una risorsa importante che potrebbe aiutarti a mettere in comunicazione queste due parti opposte.
Ad esempio potresti informarti se a scuola c’è uno sportello di ascolto che possa aiutarti non solo ad accogliere la tua storia ma anche a cercare degli strumenti che ti aiutino a gestire questo senso di smarrimento.
Nelle grandi tempeste si avverte il bisogno di contare su se stessi e sul proprio coraggio.

Coraggio nell’ aver cura e fiducia di sè, nella possibilità di vedere i momenti di debolezza non come una sconfitta ma come un nuovo punto di partenza. Bisogna imparare a darsi un valore, a rispettarsi, a credere nelle proprie risorse. 
Speriamo di essere stati di aiuto. Torna a scrivere se ne sentissi il bisogno.
Un caro saluto!

2021-10-26T12:34:14+02:00