Controlli di base per lui

Universo maschile e prevenzione della salute non sembrano andare molto d’accordo: molto spesso gli uomini non ritengono necessario sottoporsi a controlli di base, specie se non sono presenti fattori di rischio particolari o allarmanti. Tuttavia monitorare lo stato di salute generale è fondamentale per prevenire eventuali problematiche che possono presentarsi nel corso degli anni.La tendenza […]

Universo maschile e prevenzione della salute non sembrano andare molto d’accordo: molto spesso gli uomini non ritengono necessario sottoporsi a controlli di base, specie se non sono presenti fattori di rischio particolari o allarmanti. Tuttavia monitorare lo stato di salute generale è fondamentale per prevenire eventuali problematiche che possono presentarsi nel corso degli anni.
La tendenza dei maschi è quella di posticipare i controlli medici e talvolta negare la pericolosità di fattori di rischio legati alle cattive abitudini di vita, come l’eccessivo consumo di alcol o il fumo e la sedentarietà o la mancanza di attività fisica regolare; con il passare degli anni alcuni di questi comportamenti possono causare qualche acciacco di troppo. Per cui, come per le donne anche per gli uomini vale la regola della prevenzione e dell’attenzione alla propria salute fisica che si accompagna all’idea che un sano equilibrio di fattori fisici, psicologi e sociali possano migliorare il benessere e la qualità della vita dell’essere umano sin da giovani.

Secondo un recente sondaggio dell’Associazione europea di urologia, circa un terzo dei maschi ritiene di non aver bisogno di andare dal medico, nè di doversi sottoporre a visite o controlli periodici. E se ci vanno, lo fanno perché spinti dalle donne della famiglia, come dichiara l’83% delle donne. Eppure, i controlli di prevenzione nell’uomo sono tanto importanti quanto nella donna. 

Alcuni anni fa, quando ancora si veniva chiamati per il servizio di leva obbligatorio o volontario (servizio militare, leva militare abolito con D.L. l’8/08/2004 in Italia) i ragazzi venivano sottoposti a dei controlli durante le visite mediche per l’idoneità al servizio militare che rappresentavano un vero e proprio screening (esami per individuare fattori di rischio) sulla loro salute e soprattutto erano in grado di scovare problemi di fertilità che oggi invece vengono a galla spesso molto tardi, finendo per essere un problema in età avanzata per la coppia. Attualmente, questo non accede più e rende molto difficoltoso l’accesso di alcuni giovani alla attenzione verso la propria salute in ambito urologico-antropologico.

In generale, sin dalla giovane età, è importante sia per entrambi i sessi sottoporsi a frequenti controlli per tenere monitorato il proprio stato di salute e prevenire l’insorgenza di alcune patologie. Ciascuna età, sulla base dell’evoluzione del corpo, suggerisce gli esami più idonei, la maggior parte di questi non invasivi.
Prima dei 40 anni per gli uomini sono consigliati i seguenti esami: l’autopalpazione dei testicoli che ha l’obiettivo di scoprire e diagnosticare tempestivamente un eventuale tumore ai testicoli (seminoma). Andrebbe eseguita una volta ogni tre o quattro mesi. Il monitoraggio della pressione arteriosa: se i valori superano quelli normali lo specialista raccomanderà ulteriori controlli da eseguire tramite ECG a riposo o ecocardiocolordoppler.
L’ ECG sotto sforzo, a riposo o ecocardiocolordoppler: questi esami servono a monitorare la salute del sistema cardiovascolare.

Successivamente tra i 40 ed i 50 anni, gli esami definiti di ruotine e di screening comuni per gli uomini che vengono suggeriti dal medico di famiglia al fine preventivo e diagnostico in caso di familiarità per patologie specifiche (colonscopia, ecografia all’apparato urinario e monitoraggio del sistema cardiovascolare).
Inoltre, ci sono alcuni esami che devono essere fatti da entrambi i sessi: gli esami del sangue e delle urine, da effettuare almeno ogni due anni, che servono per monitorare i principali parametri metabolici e di funzionalità renale e epatica, oltre ad evidenziare eventuali infiammazioni; la misurazione della pressione arteriosa, da fare ogni 2-3 mesi per diagnosticare prontamente l’ipertensione; l’ecocolordoppler, che serve a diagnosticare l’aterosclerosi, e infine un periodico elettrocardiogramma che ci fornisce le principali informazioni sullo stato di salute del nostro cuore. Vanno poi effettuati i principali esami per la prevenzione tumorale comuni per il sesso maschile.

In ambito di prevenzione, il rispetto di alcune routine con la propria salute sono una buona regola; non bisogna dimenticare che anche per i più giovani esistono servizi territoriali offerti dalle Asl, Consultori a cui potersi rivolgere per una educazione in ambito di salute in cui trovare un esperti che possano analizzare la domanda e indirizzare il giovane verso un approfondimento; non di meno il riferimento al proprio medico di base per eventuali dubbi o specificazioni su sintomatologie emergenti in età fertile che riguardano l’apparato riproduttivo maschile.

Lo sapevi che:

  • La Disfunzione Erettile, un tempo chiamata impotenza, è una vera e propria affezione che consiste nell’incapacità di raggiungere o mantenere un’erezione sufficiente a portare a termine un rapporto sessuale ed ha origini lontanissime.
  • Nel Medioevo la Disfunzione Erettile era imputata ad un sortilegio ed i rimedi per curarla erano di natura alimentare mentre in epoca Vittoriana furono inventati strumenti specifici, le pompe peniene, di cui però non c’è esempio fino al 1917.
  • Per curare questa patologia nel 1999 l’industria farmaceutica uscì sul mercato con una molecola rivoluzionaria, il sildenafil citrato, conosciuta come Viagra. Questo farmaco ha risolto il sintomo nel 70% dei casi circa, ma non ne cura la causa, presentando inoltre diverse controindicazioni.
  • In Italia il Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale prevede dal 2017-2019 l’estensione della vaccinazione gratuita a tutti i ragazzi contro il Papilloma Virus (HPV) nel loro dodicesimo anno d’età.

Dubbi e domande:

Ali, 20 anni
Lui espelle molto liquido pre-eiaculatore, è andato dall’andrologo e…
Anonimo, 16 anni
Ho un dolore ai testicoli ma mi vergogno a parlarne con i miei genitori…


In questa puntata dei “Griffin” Peter esegue un esame alla prostata…

 

2022-01-20T11:15:57+01:00