se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Il preservativo è rimasto dentro. E’ possibile una gravidanza?…

Buongiorno, vorrei sapere se è possibile rimanere incinta a seguito di un rapporto avvenuto il 4 giorno del ciclo (28 giorni regolare) utilizzando un preservativo che alla fine del rapporto quando ci si è staccati, è rimasto in vagina ma è stato rimosso facilmente ed era integro e “pieno”. Potrebbe essere stato bucato? E se si lo avremmo notato? Da un piccolo foro può fuoriuscire sperma? Grazie mille.

Anonima


Cara Anonima,
come già saprai il condom è un metodo anticoncezionale di barriera, ossia impedisce agli spermatozoi di arrivare nella profondità della cavità vaginale dove potrebbero incontrare un ovulo potenzialmente fecondabile.
Tale funzione viene svolta attraverso la presenza del serbatoio (la parte di lattice che si colloca sopra l’estremità del pene), spazio deputato al raccoglimento del liquido seminale dopo l’eiaculazione.
Dopo quest’ultima fase, il pene tende a perdere la propria tonicità e quindi si ridimensiona nel suo volume. Di conseguenza, il preservativo può non aderire più e sfilarsi. Per tali motivi, soprattutto quando si ritarda l’estrazione del pene, suggeriamo di provvedere tenendo fermo con la mano l’anello  che si trova alla base. Tale manovra impedisce appunto che la copertura scivoli via disperdendo il contenuto del serbatoio all’interno della vagina.
In linea generale, il rapporto di cui ci parli non dovrebbe collocarsi nel periodo fertile poiché l’ovulazione solitamente viene stimata intorno al periodo che va dall’undicesimo al diciottesimo giorno.
Tuttavia non possiamo avere una certezza assoluta poiché variazioni del ciclo possono  presentarsi, creando modifiche nella consueta regolarità.
E’ difficile capire se il contenuto del serbatoio sia rimasto integro poiché il preservativo vuoto tende ad accartocciarsi su se stesso e quindi anche la funzione contenitiva potrebbe essere stata inficiata.  Allo stesso modo non possiamo sapere se vi erano fori sulla superficie (anche se sono due problematiche differenti e solitamente il lattice dei condom è testato per impedire  che si laceri durante il rapporto).
Per sincerarsi dell’integrità si può riempire il preservativo con dell’acqua o dell’aria, come un palloncino, ed osservare se si presentano perdite del contenuto.
Ovviamente da un foro può fuoriuscire liquido seminale ma pensiamo che l’attenzione debba rimanere sulla possibilità di una eventuale fuoriuscita dovuta allo sfilamento del condom dopo il rapporto.
Se può farti stare più tranquilla puoi effettuare un test di gravidanza attendendo circa 15 giorni dal rapporto in questione.
In questo modo potrai escludere ogni possibilità e ritrovare la giusta serenità.
Un caro saluto!