se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Mi ritrovo ad avere perdite ematiche scarse. Sono veramente nel panico…

Dottori, vi ho scritto solo qualche giorno fa ma ho ancora bisogno del vostro aiuto. Nella mail precedente vi parlavo di alcune perdite maleodoranti verificatosi qualche settimana dopo il ciclo. Prima del ciclo ho avuto un rapporto non protetto… Il mio timore era il rischio di una gravidanza, ma l\’arrivo del ciclo mi ha rassicurato, o almeno spero sia sufficiente ad escluderla!! Il ciclo è arrivato tra il 15/16 marzo… Ad oggi, 27 marzo, mi ritrovo ad avere perdite ematiche scarse come se mi trovassi nella fase iniziale o finale del ciclo, con strane e piccolissime fitte al basso ventre, che appare un pò gonfio. il colore delle perdite è di un rosa chiaro e pulito!! Potrebbe trattarsi di un\’infiammazione? Potrebbe aver influito lo stress per la paura di restare incinta? Sono veramente nel panico, mi sto lasciando prendere dalla paura!! Aiutatemi ad ipotizzare quali potrebbero essere le cause… Mi scuso per essermi dilungata cosí tanto, ma sono molto preoccupata!!

Saretta, 27 anni


Cara Saretta,
durante il periodo dell’ovulazione può capitare di avere spotting, cioè piccole perdite di sangue. Lo spotting ovulatorio è dovuto ad un brusco calo degli estrogeni (sbalzo ormonale) che solitamente precede di qualche giorno il picco ovulatorio (picco di LH) e che provoca un piccolo sfaldamento della mucosa uterina. Lo spotting può avere cause disfunzionali e organiche. Le più comuni sono le prime, legate a un’ovulazione non ottimale e sono più frequenti soprattutto in giovane età. Tendono a risolversi spontaneamente nel corso di due o tre cicli mestruali. Anche le fitte che avverti potreberro essere legate alla tensione pelvica dovuta all’ovulazione, ma per avere certezza occorre fare una visita in quanto in una consulenza online non è possibile fare diagnosi certe e individualizzate non avendo strumenti di approfondimento.
Ricorda che le alterazioni ormonali possono dipendere da cause diverse: stress, disturbi del comportamento alimentare, assunzione di contraccettivi ormonali, infezioni, presenza di cisti ovariche. Se lo spotting si protrae nel tempo e si ripete nei mesi, è un segnale del corpo che ci suggerisce che bisogna attivarsi.
Non riteniamo sia nulla di grave, se dovesse persistere come fenomeno, ti consigliamo comunque di consultare un ginecologo o rivolgerti a un Consultorio, dove troverai degli esperti per monitorare insieme la situazione, dare un nome alla causa ed eventualmente intraprendere un trattamento, soprattutto se c’è  o meno la presenza di una infiammazione.
Un caro saluto!