Ho un dolore estremo alla penetrazione che persiste per uno o due giorni dopo il rapporto, ovviamente impossibilitato...

Ho un dolore estremo alla penetrazione che persiste per uno o due giorni dopo il rapporto, ovviamente impossibilitato…

Vi scrivo perchè al momento essendo sotto esame non posso andare a fare una visita ginecologica quindi in attesa di farla vorrei spiegazioni o consigli per tranquillizzarmi un pò. Dunque da circa un anno ho rapporti, diciamo non frequenti ecco.. da allora infatti ho un dolore estremo alla penetrazione che persiste per uno o due giorni dopo il rapporto, ovviamente impossibilitato. Subentra subito una forte cistite, bruciore come se avessi ferite, non appena vado in bagno subito dopo aver fatto sesso. Per curarla il mese scorso ho preso ciproxin su consiglio medico, ma è assurdo poichè la cistite mi viene solo dopo i rapporti. Ieri dopo il rapporto, non concluso, di nuovo questo diavolo di dolore insopportabile. Oggi nemmeno cammino a momenti -.-.
Fatto sta che ieri ero al 5 giorno del ciclo (che dura circa 24gg), ma mi era finito, e dopo il rapporto ho avuto delle perdite riscontrate quando ho urinato. Potrebbero essere residui del ciclo o sangue della cistite o di eventuali microabrasioni?
Dimenticavo il rapporto è stato piuttosto violento, abbiamo usato il preservativo ma dopo un’ora son stata costretta a smettere x l’eccessivo dolore. Lui non è venuto, il preservativo non si è sfilato e abbiamo controllato se fosse rotto ma era integro. Nonostante ciò, data la mia ipocondria ho paura sempre di una gravidanza. Ma questo non sembrerebbe il caso, giusto?? Oddio. Tornando al problema: la cistite, le perdite rosee, la dismenorrea, la dispareunia potrebbero essere sintomi gravi? Vivo malissimo nell’attesa di una visita, assolutamente necessaria. Aspetto una vostra risposta nel frattempo. Grazie mille.,

Cara Anonima,
in effetti la situazione è piuttosto complessa ed è necessario che effettui una visita accurata, per escludere problemi di ordine fisiologico.
Una volta appurato che non ci sia nulla di natura organica si potrebbe pensare ad una resistenza psicologica ad avere rapporti sessuali, forse per la paura di una gravidanza.
Il timore ad avere rapporti induce uno spasmo involontario dei muscoli che circondano l’accesso vaginale e una lubrificazione insufficiente.
Tutto ciò rende la vita sessuale poco piacevole se non terribile, ti consigliamo di parlarne anche con il tuo ragazzo, è fondamentale che si crei un ponte di dialogo tra te e lui, magari comunicandogli le tue paure e le tue emozioni riuscirete a migliorare la qualità della vostra intimità.
Per quanto riguarda i dubbi che hai sull’ultimo rapporto che hai avuto, crediamo che tu possa stare decisamente tranquilla rispetto al rischio di una gravidanza, perchè avete usato il preservativo e perchè non c’è stata eiaculazione interna. Le perdite che hai avuto dopo il rapporto potrebbero essere dei residui del ciclo, ma è difficile dirlo senza una visita accurata. Ti consigliamo quindi di fare un controllo il prima possibile.
In bocca al lupo per tutto! Saluti!,Anonima,09-07-2010,Sessualità,disturbi del comportamento sessuale

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it