Può essere una piaga al collo dell’utero? Si può trattare di polipi uterini?…

Se fosse così, come si procede?…

Ho 28 anni e vorrei esporle il mio problema. A febbraio di quest’anno, mi sono sottoposta ad una visita completa ginecologica (ecografia, pap-test, visita classica). Visita e pap tutto ok, l’ecografia, invece, ha confermato la presenza di policistosi ovarica che ho da 10 anni ma, che non ho mai curato.
La mia gine, ha deciso di prescrivermi yasmine. Sono quasi alla fine del primo blister ma, da quando ho iniziato ad assumerla che, dopo i rapporti, ho perdite che durano fino a qualche giorno dopo.
Può essere una piaga al collo dell’utero? Se fosse così, come si procede? Si ricorre subito alla bruciatura o, ci sono altri metodi per curarla? Si può trattare di polipi uterini? Grazie

Anonima, 28 anni


Cara Anonima,
da quello che ci dici le perdite che hai avuto sono probabilmente riconducibili allo spotting. Il termine spotting è derivato dall’inglese (to spot: macchiare) e indica le piccole perdite di sangue che possono comparire durante il mese, fra una mestruazione e l’altra, per lo più nel periodo ovulatorio.
Quando si assume la pillola, è possibile che si verifichino queste perdite, soprattutto nei primi mesi di assunzione. Continua a prendere regolarmente la pillola che ti ha prescritto la tua ginecologa e se le perdite dovessero protrarsi troppo o dovessi avere altri disturbi ti consigliamo di parlargliene.
Se ci fossero stati piaghe o polipi al collo dell’utero sarebbero stati rilevati durante la recente visita che hai fatto.
Stai tranquilla e facci sapere qualora ti servissero altre indicazioni! Saluti!