I miei genitori hanno perso tutta la fiducia in me...

I miei genitori hanno perso tutta la fiducia in me…

Eleonora, 16 anni,04-01-2013,Relazioni familiari,Salve a tutti.
Vi riscrivo. Forse anche solo per sfogarmi un po’.
I miei genitori hanno perso tutta la fiducia in me e non si fidano più.
Tuttò è cominciato 3 mesi fa quando io dissi loro che fumavo occasionalmente (massimo 2 sigarette al giorno), loro si sono molto arrabbiati e io avevo promesso loro che non lo avrei più fatto. E così è stato. Solamente che in questi 3 mesi credo di averne fumate circa 89. Ed è proprio mentre fumavo una e una sola sigaretta che mia madre mi ha beccato di nuovo e ha cominciato a dirmi tutte cose brutte. Hanno ragione. Gli avevo fatto una promessa che non ho mantenuto. Il fumo fa male. Sono io la stupida che l’ho rifatto sapendo le conseguenze. La cosa che ora mi fa più male è che mia madre non mi parla e non mi considera più. Fa finta come se io non esistessi. E non fa altro che elogiare mia sorella maggiore. Sì, lo so che lei è migliore di me. Ma non deve sottolinearlo. Come potrei riconquistare la loro fiducia in questo momento che è pari a 0? Come potrei fargli capire che di loro mi importa e che le sigarette erano un diversivo per me. Non una cosa per farmi vedere grande dagli altri.
MI dispiace. COme al solito, sbaglio sempre tutto.
Non vedo l’ora che arrivi la prox seduta dal solito psichiatra e Mercoledì 9, farò il primo incontro a scuola! Speriamo bene.
Vi ringrazio per l’ascolto.
A presto! ,

Cara Eleonora,
a volte può capitare di deludere qualcuno che ci è molto caro, ma questo non vuol dire che accada perchè siamo sbagliati o inadeguati, può capitare infatti che sia un modo, inconsapevole, per ricercare delle attenzioni. E’ vero, fumare fa male e soprattutto in giovane età, per questo è comprensibile la preoccupazione dei tuoi genitori, non crediamo quindi, che il loro malumore e delusione sia solo legato a una totale mancanza di fiducia nei tuoi confronti.
Forse è arrivato il momento di dimostrare, non solo ai tuoi genitori ma anche a te stessa, che puoi essere all’altezza delle loro aspettative e che ha la forza e la volontà di mantenere ciò che hai detto, se davvero lo vuoi.
Inoltre, è possibile che il tuo contravvenire a ciò che avevi promesso, rappresenti per i tuoi genitori, simbolicamente, un passaggio dall’infanzia all’ "età adulta" e si sentano depotenziati del loro ruolo. In fondo tu stai crescendo e capiterà spesso di prendere decisioni che possano contrastare con le posizioni della tua famiglia, ma ciò non significa che non vi vogliate ugualmente bene.
Siamo felici che puoi parlare e approfondire il discorso nello spazio dello sportello d’ascolto e che stai intraprendendo un percorso più profondo per affrontare le tue fragilità, facci sapere come vanno le cose!
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it