Credo di essere attratto da ragazzi del mio stesso sesso…

Un gruppo di compagni mi ha etichettato come "gay" e questo mi ha fatto molto soffrire…

Buongiorno,
vorrei alcune delucidazione sul mio problema. Credo di essere attratto da ragazzi del mio stesso sesso, premetto però che nn ho mai avute esperienze nè con ragazzi e nè con ragazze ma ho avuto solo una cotta per una ragazza che è durata 2 anni(amore platonico, lei mi ha rifiutato sentimentalmente però ora è la mia migliore amica. Il periodo delle scuole medie, per me è stato il più brutto, perchè un gruppo di compagni mi ha etichettato come “gay” e questo mi ha fatto molto soffrire, facendomi sentire inadeguato e togliendomi l’autostima. Questo è avvenuto a causa del mio modo di essere: maturo, educato, studioso e molto apprezzato dai professori a differenza di loro. Da un pò di tempo mi sono accorto che mi piace un ragazzo brillante culturalmente, di estrema intelligenza e anche bello ma non mi sono mai dichiarato perchè questo potrebbe essere un problema. Ho rivelato questo mio stato a mia madre che vuol portarmi da uno psicoterapeuta e ad una mia amica. A scuola sono eccellente e molto stimato dai professori e anche i genitori dei miei amici mi apprezzano tanto considerandomi un ragazzo-modello dal quale prendere esempio. Mi convinco sempre di più che piaccio agli adulti e non ai miei coetanei. Mi sono allontanato dal mio gruppo di amici, perchè mi sento inadeguato, mentre ho un rapporto positivo e bello con alcune mie amiche. Non so che pensare e se questo alla mia età possa considerarsi un periodo passeggero.

Luigi, 18 anni


Caro Luigi,
ci sembra arrivato il momento di porsi qualche domanda rispetto alle ansie e paure che si celano dietro la possibilità di stabilire dei rapporti sentimentali e di amicizia. Da quello che ci dici, sembra di essere di fronte ad un ragazzo molto confuso sia da un punto di vista sessuale sia relazionale e, probabilmente, i due aspetti si intersecano a vicenda. La domanda è come mai senti la necessità di apparire perfetto ed adeguato di fronte agli adulti, mentre rispetto ai tuoi compagni ti limiti a vivere ai margini? Capiamo la difficoltà di stabilire rapporti con coetanei che ti giudicano e che ti additano a volte senza neanche sapere di cosa stanno parlando, ma ci sembra di capire che tu li abbia allontanati tutti. Rispetto alle tue preferenze sessuali, spesso accade che a questa età ci siano delle difficoltà nel riconoscerle e spesso molti ragazzi ci parlano di essere passati da esperienze etero sessali ad omosessuali prima di capire quali siano realmente le loro inclinazioni e definirsi gay oppure no. Quindi potrebbe essere un momento di passaggio da dover affrontare, hai fatto benissimo a parlarne con qualcuno e forse parlarne ulteriormente con un esperto potrà aiutarti non solo dal punto di vista sessuale, ma crediamo anche e soprattutto relazionale.
Un caro saluto!