Sono una mamma di un bambino di seconda elementare...

Sono una mamma di un bambino di seconda elementare…

Salve sono una mamma di un bambino di seconda elementare,
scrivo qui perchè riguarda un problema scolastico di mio figlio. Diciamo che è un bambino molto tranquillo che difficilmente litiga con gli altri bambini, purtroppo è stato preso di mira da un suo compagno di classe. Non credo che si tratti di atti di bullismo ma mio figlio dopo diverso tempo che il suo compagno lo prende in giro a volte anche con scherzi di mano è riuscito a dirmi che non ce la fa più. Per prima cosa ne ho parlato con le maestre che mi avevano detto che stavano valutando già la situazione ma che ora sarebbero intervenute in modo più determinato anche con la convocazione di noi genitori. Cosa possa fare io nel frattempo che le cose in classe si chiariscano? E se i genitori del compagno dovessero sminuire i fatti? Sono un po’ preoccupata. Grazie Anna
,

Cara Anna,
da quanto ci racconti ci sembra che le cose, per ora, stiano andando nella giusta direzione. Tuo figlio è stato veramente bravo e coraggioso nel raccontarti il suo disagio, a volte i bambini e i ragazzi tendono a non parlare ed a subire le angherie fino a quando la situazione non arriva all’esasperazione. Per questo, intanto, ti consigliamo di rinforzarlo rispetto al fatto che è stato bravo a raccontare quello che accadeva e che in questo modo i grandi potranno aiutare sia lui sia il suo compagno ad andare d’accordo. Le maestre, ugualmente, hanno risposto in modo congruo alla situazione, adesso non resta che cercare di capire come risolvere il problema e il disagio dei bambini, perchè sicuramente anche il bambino che fa gli scherzi a modo suo ci parla delle sue difficoltà. Certamente, diventa fondamentale anche l’aiuto dei genitori, per gestire al meglio una situazione che, come dici tu, non ha ancora i contorni di dinamiche di bullismo, ma che in effetti lo potrebbe diventare.
Intanto, ti consigliamo di fare affidamento sul lavoro che le insegnanti proporranno per voi, dimostrare serenità e fiducia aiuterà anche tuo figlio ad essere sicuro che la situazione potrà risolversi. Sperando di esserti stati utili, ti invitiamo a scriverci ancora rispetto anche a come stanno andando le cose.
Un caro saluto!,Anna,03-05-2013,Disagio emotivo e/o psicologico

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it