Curiosity raccolto il secondo campione di roccia marziana denominata CUMBERLAND

Curiosity raccolto il secondo campione di roccia marziana denominata CUMBERLAND

Come da programma il Mars Science Laboratory Curiosity ha usato il suo trapano per perforare nuovamente la superficie di Marte, nel sito denominato "Cumberland". Per la seconda volta è stato raccolto un campione del sottosuolo in forma di polvere che verrà analizzato dai laboratori chimici all’interno del rover.

Il primo campione di polvere estratta dal suolo risale ormai a circa tre mesi fa, dal sito "John Klein". Le analisi hanno mostrato la compatibilità con un passato ambiente in grado di supportare lo svilupparsi della vita. Due giorni fa, il 19 Maggio, ecco la seconda perforazione nella roccia di nome "Cumberland", a circa 2,75 metri ad ovest del primo punto del 1° scavo. Il foro ha un diametro di 1,6 cm e profondità di 6,6 cm.



Nei prossimi giorni il nuovo campione sarà depositato all’interno degli strumenti SAM (Sample Analysis at Mars) e CheMin (Chemistry and Mineralogy) per studiarne la composizione.


Sarà interessante confrontare i nuovi risultati che emergeranno con quanto individuato su John Klein con la 1° perforazione: i giusti elementi, il giusto gradiente di energia e la giusta composizione dell’acqua presente nel lontano passato di Marte, non troppo acida e non troppo salina. In una parola le condizioni favorevoli all’emergere della vita in forma microbica.



Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it