Luca Parmitano: -6 alla partenza /NEWS

Luca Parmitano: -6 alla partenza /NEWS

L’astronauta italiano raggiungerà la Stazione Spaziale Internazionale il prossimo 28 maggio. A bordo effettuerà esperimenti sui combustibili ecologici e l’inquinamento atmosferico. Sono Diapason ICE (Italian Combustion Experiment). Diapason è stato realizzato dall’italiana DTM e consiste nella rilevazione nell’aria, attraverso una specifica apparecchiatura, di particelle di dimensione di pochi nanometri. A cosa servirà? L’esperimento avrà molteplici applicazioni nei futuri studi sull’inquinamento atmosferico.
Fra poco più di una settimana l’astronauta italiano Luca Parmitano salirà a bordo della navicella Soyuz TMA-09M posta sulla rampa di lancio della base di Baikonur in Kazakistan. Con lui ci saranno l’americana Karen Nyberg e il russo Fyodor Yurchikhin. I tre cosmonauti impiegheranno 7 ore per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale, il cui precedente comandante, Chris Hadfield, è ritornato sulla Terra dopo aver girato un video musicale a gravità zero.


Dopo la prima fase di ambientamento Parmitano parteciperà alla missione Volare, effettuerà due passeggiate spaziali e avrà il compito di effettuare alcuni esperimenti sui combustibili a basso impatto ambientale e l’inquinamento atmosferico.

Gli esperimenti green di Parmitano
Parmitano, prima astronauta italiano a bordo della Iss, effettuerà due passeggiate spaziali. In una di queste sarà accompagnato dal collega Chris Cassidy, che lo scorso 11 maggio è uscito dalla base orbitante per riparare una pericolosa fuga di ammoniaca. Durante la sua permanenza nella Iss, Parmitano effettuerà tre esperimenti legati all’ecologia. Il primo, chiamato Diapason, è stato realizzato dall’italiana DTM e servirà perfezionare una strumentazione per il rilevamento di particelle inquinanti nell’atmosfera.
ICE (Italian Combustion Experiment), che fa parte del programma Green Air, invece è uno studio su un biocombustibile dell’Esa, utile per la produzione di carburanti green. "Le tecnologie al momento esistenti non consentono di costruire vettori spaziali funzionanti con fonti di energia rinnovabili – spiega Parmitano – Uno degli esperimenti che seguirò sulla Stazione si chiama Green Air e si prefigge di studiare il funzionamento di combustibili e comburenti per minimizzare le emissioni – in orbita come sulla Terra". (fonte nextme.it) L’ultimo esperimento, denominato Phases, partirà dopo il 5 giugno e prevede lo studio del comportamento delle molecole in emulsione in assenza di gravità.
Dopo 180 giorni in assenza di gravità, il cosmonauta italiano ritornerà a casa il prossimo 10 novembre.


Loading…


Il podcast AstronautiCAST ha intervistato nell’episodio 6×27 Norberto Cioffi, vincitore con “Volare” del concorso per scegliere il nome della missione dell’astronauta Luca Parmitano sulla ISS organizzato dall’ESA, l’ASI e l’Aeronautica Militare. L’intervista si può ascoltare con il player audio nella pagina dell’episodio 6×27 oppure scaricando il file MP3 dell’episodio.
Cioffi racconta come ha saputo del concorso, dove ha trovato l’ispirazione per il nome da proporre, i suoi incontri con Luca Parmitano e alcuni aneddoti. Parla inoltre della sua visita a Star City, lo storico centro di addestramento dei cosmonauti vicino a Mosca in cui Parmitano ha completato la preparazione per la missione. Cioffi ha pubblicato le foto del viaggio a Star City.
Nell’ambito dello stesso concorso Ilaria Sardella ha vinto il premio Miglior Logo proponendo il design scelto come simbolo della missione Volare.


Le foto presenti su www.diregiovani.it provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se è stata pubblicata un’immagine protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattarci scrivendo a redazione@diregiovani.it : l’immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell’autore.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it