Scienziati russi fanno raro ritrovamento “di sangue” in mammut

Scienziati russi fanno raro ritrovamento “di sangue” in mammut

Scienziati russi hanno sostenuto Mercoledì di aver scoperto sangue nella carcassa di un mammut lanoso, aggiungendo che tale ritrovamento è raro e potrebbe aumentare le loro possibilità di clonare l’animale preistorico.

Un ricercatore a Yakutsk vicino a una carcassa di un mammut femmina trovato su un’isola nel Mar Glaciale Artico. Gli scienziati russi hanno sostenuto Mercoledì di aver scoperto sangue nella carcassa di un mammut lanoso, aggiungendo che tale ritrovamento è raro e potrebbe aumentare le loro possibilità di clonare l’animale preistorico


Una spedizione guidata da scienziati russi all’inizio di questo mese ha scoperto il cadavere ben conservato di un mammut femmina su una remota isola del .Semyon Grigoryev, il capo della spedizione, ha detto che l’animale è morto all’età di circa 60 anni  10.000 -15.000 anni fa, e che era la prima volta che un vecchio esemplare femmina  viene trovato. Ma ciò che era più sorprendente è che la carcassa è stata così ben conservata che aveva ancora il sangue e . “Quando abbiamo rotto il ghiaccio sotto il suo stomaco, il sangue scorreva fuori da lì, era molto buio,” Grigoryev, che è uno scienziato presso l’Università Federale Northeastern Yakutsk-based, ha detto a AFP. “Questo è il caso più sorprendente in tutta la mia vita. Come è stato possibile per rimanere in forma liquida? Ed il tessuto muscolare è anche rosso, il colore della carne fresca”, ha aggiunto. Grigoryev ha detto che la parte inferiore della carcassa è stata molto ben conservata finendo in una pozza d’acqua che poi gelò. La parte superiore del corpo, comprese la schiena e la testa si crede sia stato mangiato dai  , ha aggiunto. “Le zampe anteriori e lo stomaco sono ben conservati, mentre la parte posteriore è diventato uno .“ La scoperta, afferma Grigoryev, dà nuova speranza per i ricercatori nella loro ricerca per portare il nuovo mammut lanoso alla vita. “Questa scoperta ci dà un davvero buona possibilità di trovare cellule vive che possono aiutarci a realizzare questo progetto per clonare un mammut”, ha detto. “Mammut precedenti non avevano tali tessuti ben conservati.” L’anno scorso, la Northeastern University federale di Grigoryev ha firmato un accordo per la clonazione  con Hwang Woo-Suk di Sooam della Corea del Sud  Foundation, che nel 2005 ha creato il primo cane clonato al mondo.

Un ricercatore presso la Northeastern University federale a Yakutsk tiene una fiala sostenendo che contiene sangue di mammut. Una spedizione guidata da scienziati russi all’inizio di questo mese ha scoperto il cadavere ben conservato di un mammut femmina su una remota isola del Mar Glaciale Artico.

Nei prossimi mesi, gli specialisti mammut della  sono attesi in Russia e  Stati Uniti per studiare i resti che gli scienziati russi per ora tengono in una località segreta del nord.



L’anno scorso, un adolescente di una famiglia nomade della Russia nord è inciampato su un massiccio ben conservato mammut lanoso, in quello che gli scienziati hanno descritto come la migliore scoperta dal 1901.



Il giovane maschio di mammut è stato soprannominato Zhenya il soprannome del ragazzo che l’ha scoperto.



Il riscaldamento globale ha sciolto la terra nel nord della Russia, che di solito è congelata quasi definitivamente, portando a scoperte di un certo numero di resti di .

Fonte: Pianetablunews – http://phys.org/news/2013-05-russian-scientists-rare-blood-mammoth.html





Le foto presenti su www.diregiovani.it provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se è stata pubblicata un’immagine protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattarci scrivendo a redazione@diregiovani.it : l’immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell’autore.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it