La cosa brutta però è che spesso esagero una volta che inizio a bere non riesco a fermarmi...

La cosa brutta però è che spesso esagero una volta che inizio a bere non riesco a fermarmi…

Volevo sapere come mai quando bevo mi è più facile sentirmi leggero e meno pressato da mille dubbi e paure, ad esempio riesco più facilmente a parlare con una ragazza oppure a farmi rispettare dai miei amici o da qualcuno che in discoteca mi infastidisce. La cosa brutta però è che spesso esagero una volta che inizio a bere non riesco a fermarmi. Che devo fare come posso fermarmi prima di sentirmi male?
Grazie

Anonimo, 25 anni


Caro Anonimo,
cercheremo di rispondere brevemente alle tue domande che riguardano un fenomeno sociale preoccupante, soprattutto tra i giovani. Come prima cosa vorremmo suggerirti di fare molta attenzione all’uso o abuso di alcool questo perché può creare dipendenza. Come dici tu l’alcool, in effetti, a basse dosi può dare effetti euforizzanti, attivanti ed energizzanti in quanto, a livello fisiologico, deprime le attività dei meccanismi nervosi che inibiscono. Per questo è spesso considerato, erroneamente, uno stimolante! 
Infatti, quando si continua a bere ben presto compaiono gli effetti sedativi, ha cioè un effetto deprimente sul cervello.
La sensazione inibitoria è puramente illusoria e, se si continua a bere, si può arrivare al “collasso”.
Detto ciò, dovresti riflettere sul perchè ti affidi all’alcol per crearti delle amicizie o essere meno inibito, forse il problema è proprio da ricercare nella tua timidezza o più precisamente nel tuo senso di inadeguatezza. Potresti rivolgerti ad un esperto, per condividere e riflettere con un esperto rispetto a questa difficoltà o rivolgendoti ad un Consultorio presente nella tua zona di residente. Inoltre, vorremmo consigliarti di consultare anche il nostro sito e in particolare la campagna promossa dal Ministero della Salute sull’uso e abuso di alcol “ Non perderti in un bicchiere”.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it