Nuovo Presidente ASI, algoritmo contro rischio frane, etica e medicina, la canna fonte di biogas, il pesce romundina

Nuovo Presidente ASI, algoritmo contro rischio frane, etica e medicina, la canna fonte di biogas, il pesce romundina


Una faccia da 400 milioni di anni
Ricostruita nel Laboratorio europeo per la luce di sincrotrone di Grenoble la faccia di un essere vivente vissuto 410 milioni di anni fa. Lo studio, effettuato con l’aiuto dei raggi X, è stato effettuato su una particolare specie di pesce, la Romundina, considerato fondamentale nel passaggio intermedio del percorso evolutivo che ha portato allo sviluppo della mandibola.

La canna naturale fonte di biogas
Grazie agli studi messi a punto dal Land Lab dell’istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa sarà possibile produrre biogas, a basso impatto ambientale, dalle comuni canne. È stato dimostrato, infatti, che la canna, se soggetta ad un doppio raccolto annuo, è in grado di produrre una gran quantità di metano. Se lo studio troverà conferme ed entrerà a regime potrebbe essere una valida alternativa al mais coltivato allo stesso scopo.

L’Asi verso un nuovo presidente
Dopo le dimissioni di Enrico Saggese l’Asi, Agenzia Spaziale Italiana, si avvia verso una nuova governance. Entro trenta giorni il nuovo commissario, Aldo Santulli, nominato nella serata di ieri dal ministro Maria Chiara Carrozza, dovrà presentare allo stesso ministro una rosa di possibili candidati.

Un algoritmo per il rischio frane
Si chiama ‘Multi Hazard Information Gateway’ il primo algoritmo in grado di prevedere il rischio di frane e smottamenti. Combinando misurazioni della pioggia, informazioni storiche su frane e smottamenti e dati inviate dai satelliti e dai radar a terra il ricercatore Nicola Casagli, del dipartimento di Scienze della terra dell’università di Firenze, si è detto convinto che si possano valutare i rischi effettivi provenienti da movimenti sospetti della terra lanciare con il dovuto anticipo eventuali allarmi.

Etica e medicina in ‘Tutta colpa del cervello’
E’ da poco uscito in libreria ‘Tutta colpa del cervello. Un’introduzione alla neuroetica’, edito da Mondadori Università, dove lo storico della medicina Gilberto Corbellini e l’esperta di neuroetica Elisabetta Sirgiovanni affrontano l’impatto che le conoscenze e le tecnologie neuroscientifiche stanno avendo sullo studio e sul trattamento delle malattie psichiatriche, fino al controverso argomento del potenziamento delle capacità cognitive.


Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it