fotogallery

La pecora Dolly: il primo mammifero clonato del mondo

ROMA – Un team di scienziati in Scozia nel 1996 raggiunsero un traguardo storico nella tecnica della clonazione: sono stati i primi al mondo a clonare un mammifero adulto, causando la nascita della pecora Dolly al Roslin Institute di Midlothian.
Anche se in passato c’erano già state delle clonazioni da cellule embrionali, Dolly fu la prima clonazione riuscita di un mammifero adulto.

pecora dolly

Gli scienziati hanno preso il DNA di una singola cellula di pecora e lo hanno iniettato in un uovo, poi impiantato in una madre surrogata.

Dolly, che aveva tre madri (una che ha fornito il DNA, un’altra che ha fornito l’uovo, e una terza che era la surrogata), è nata il 5 luglio presso l’istituto, scandendo quella che è stato salutata come la svolta dell’anno dalla rivista Science.

pecora dolly

Dolly ha vissuto tutta la sua vita presso l’istituto, dove è stata fatta accoppiare con un gallese di montagna, dando alla luce sei agnelli.

E’ stata abbattuta a sei anni nel 2003, dopo aver sofferto di una malattia polmonare progressiva.
Le pecore di solito vivono 11 o 12 anni, e in molti ritengono che la sua morte prematura potrebbe essere stata causata dal fatto che fosse un clone.

pecora dolly

Dopo Dolly sono stati clonati, molti altri grandi animali, tra cui cavalli, tori, maiali, cani, gatti e cervi. (LEGGI QUI)

Sebbene ci siano dei progressi nel processo di clonazione, i gruppi animalisti ritengono che i rischi, tra cui le malformazioni, sono ancora troppo elevati.