La mia solitudine sentimentale mi pesa assai considerando che sono rimasta sola con mio papà...

La mia solitudine sentimentale mi pesa assai considerando che sono rimasta sola con mio papà…

Volevo un consulto, ho 42 anni e non ho mai MAI avuto un fidanzato….MAI !!
ora .. la mia solitudine sentimentale mi pesa assai considerando che sono rimasta sola con mio papà.
Onestamente riconosco di aver degli standard molto alti….mi piacciono uomini impossibili che hanno bei lavori, quell’aria vissuta e stanno bene economicamente…di cui io mi infatuo e ci perdo anni appresso a queste infatuazioni……… mentre la vita scorre
ora …in concreto potrei avere una relazione, volendo, con una persona 10 anni più grande di me che è tutto l’opposto dei miei stereotipi, è un muratore, abbastanza simpatico ma nn mi piace fino in fondo, mentre sono da due anni persa per un bel ragazzo, simpatico e che mi attrae tantissimo…ma che lui sostiene che io nn vado bene xke sono troppo "brava ragazza".
Ora….. i miei problemi sono: come faccio a liberarmi dai miei stereotipi?…xke continuo ad essere infatuata di questa persona che nn mi vuole? xke nn potrei avere una storia con quella persona più grande? forse perché poterbbe essere reale e ne sono spaventata?
il fatto di piacermi persone che nn mi vogliono sono solo paraventi?
O semplicemente quando e se arriverà la persona giusta, tutto trova spontaneità e tutto va come deve andare x magia?
Come avete capito in campo sentimentale nn ci so fare….. sono una 15nn più o meno…intrappolata in un corpo da 42nn!!
grazie per l’attenzione che vorrete dedicarmi,

Cara Anonima,
probabilmente la ricerca continua di situazioni irraggiungibili nascondano la grande difficoltà di mettersi in gioco in un rapporto di coppia, e questo vuol dire riconoscersi capace non solo di amare ma anche di potersi affidare all’altro. Spesso ci si mette in situazioni difficili da gestire come a voler confermare le proprie più grandi insicurezze.
Non c’è un modo certo e sicuro per sapere quando s’incontra la persona giusta, ma è importante prima di tutto amare se stessi, scoprire le proprie risorse e limiti, le proprie aspettative, solo avendo chiaro cosa davvero si vuole si può creare lo spazio necessario affinchè un’ altra persona possa prendere posto nella propria vita.
Magari ti potrebbe essere utile intraprendere un percorso con uno psicologo, in modo da confrontarti con le tue emozioni e paure che spesso ti bloccano nel relazionarti con l’altro.
Cordiali saluti!
,Anonima, 42 anni,29-04-2014,Relazioni di coppia

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it