fotogallery

Nella foto di famiglia appare il fantasma di una bambina

ROMA – Una normalissima foto di famiglia si è rivelata lo spunto perfetto per una storia di fantasmi.
Nell’immagine scattata a Murphy’s Hole di Lockyer River (Queensland, Australia), è rtitratta Kim Davison e la sua amica Jessie Lu in acqua con quattro bambini.
Peccato che la quel giorno di bambini ce ne erano solo tre.
La fotografia da brivido è stata postata su Facebook, sula pagina Toowoomba Ghost Chasers, dove è diventata un caso mediatico facendo in breve il giro del mondo.
La cosa davvero inquietante è che una bambina è morta nello stesso punto della foto nel 1915.

fantasma-foto-famiglia-murphys-hole-australia

“Al momento di scattare questa foto non c’era nulla tra noi” racconta la signora Davison.”Ho in braccio la mia bambina, e la testa bianca accanto a me con i codini non è umana, posso giurarlo”.
“Le sue dita sono sulla mia spalla e sul braccio di mia figlia. Sono lunghe dita scheletriche”.

Jessie Lu, che nella foto è ritratta con un paio di occhiali da sole bianchi, ha raccontato che quel giorno la bambina più grande ha avuto due piccoli incidenti in acqua.

La storia è diventata ancora più agghiacciante quando si è scoperto che in quel torrente è morta una ragazza di 13 anni.
Si chiamava Doreen O’Sullivan e annegò nello stesse acque della foto nel 1915.
Su un ritaglio del giornale Brisbane Courier datato 22 novembre 1915 si legge la notizia della morte della bambina.

fantasma-foto-famiglia-murphys-hole-australia

“Doreen O’ Sullivan, 13 anni, figlia di Mr. James O’Sullivan è accidentalmente annegata mentre faceva il bagno a Lockyer Creek nel pomeriggio di Venerdì” si legge.
“E’ trascorsa quasi un’ora prima che il corpo è stato recuperato. Il punto, che è sempre stato considerato pericoloso, è noto come Murphy’s Hole, ed è di oltre 6 metri di profondità”.