fotogallery

Toyota Mirai, l’auto ad idrogeno arriva in Europa… ma non in Italia

ROMA – Il futuro è già in Europa. Ma non in Italia.
Toyota ha lanciato anche nel vecchio continente la sua Mirai (“Futuro” in giapponese), la prima auto fuel cell ad idrogeno.
Un ‘auto rivoluzionaria, ecosostenibile che garantisce un risparmio sensibile rispetto ai costi del gasolio.
Toyota ha già dato il via libera alle vendita in Inghilterra, Belgio, Danimarca e Germania, dove è venduta a circa 66 mila euro.
Perché in Italia no?
L’ostacolo è un decreto legislativo del 2006 che prevede l’erogazione di pressione massima a 350 bar per ogni distributore d’idrogeno.
L’unico in Italia ad erogare a 700 bar è un distributore nella provincia autonoma di Bolzano.
“Mirai segna l’inizio dell’era dell’idrogeno e sarà necessario collaborare a più livelli, un costruttore da solo non può riuscirci”, spiega Akio Toyoda, presidente di Toyota Motor Corporation.

toyota-mirai-europa

Mirai impiega circa 3 minuti per un pieno di idrogeno, che consente un autonomia di circa 500 km, con una potenza massima di 155 CV (114 kW).
La sua particolarità è quella di essere alimentata da una pila a combustibile basata sull’idrogeno e sul principio dell’elettrolisi inversa: l’elettricità è generata facendo passare in un circuito degli elettroni estirpati dagli atomi d’idrogeno.
Questi ultimi si combinano con l’ossigeno dell’aria per formare acqua, l’unica emissione prodotta dal veicolo, ha sottolineato il costruttore.
Sebbene durante il processo di separazione dell’idrogeno produrrà co2, sarà sempre meno di quello che si produce con l’uso dei combustibili fossili.

toyota-mirai-auto-futuro-idrogeno

Lo stile della Mirai parla da solo: elegante e aggressiva, spicca su tutto la griglia particolarmente importante, dominata sui lati da sottilissime “perle” di Led, che riprendono i fari a Led che ne esaltano la linea.
Le vernici esterne disponibili sono bicolore e comprendono, oltre al nuovo Pure Blue Metallic di lancio, il Precious Silver, il Precious Black Pearl, il White Pearl Crystal Shine, il Dark Blue Mica e il Red Mica Metallic.
Gli interni fanno fede al nome: un abitacolo futuristico che dà l’impressione di trovarsi all’interno di un’astronave.