fotogallery

Hubble fotografa i “diamanti” più brillanti dello Spazio

ROMA – Le stelle nel cielo sono sempre uno spettacolo meraviglioso, ma quando uniscono le forze il risultato è estasiante.
Il telescopio spaziale Hubble ha fotografato un ammasso stellare talmente luminoso da essre stato soprannominato “i diamanti dello Spazio”.
Trumpler 14 è uno dei più grandi cluster aperti della Via Lattea, che ospita alcune delle stelle più luminose della galassia.
Un ammasso aperto è un gruppo di stelle, generalmente molto brillanti, nate insieme da una nube molecolare gigante, e ancora unite dalla reciproca attrazione gravitazionale.
Circa 1100 ammassi stellari aperti sono stati finora scoperti all’interno della Via Lattea, anche se si pensa ne esistano molti di più.
Trumpler 14 è uno di questi, e si trova circa a 8000 anni luce di distanza dalla Terra, al centro della nota Nebulosa della Carena.
Si tratta di un cluster relativamente giovane: con i suoi 500.000 anni di età, è un “poppante” in confronto ai rispettabili 115 milioni di anni delle più famose Pleiadi.
Nonostante la giovane età, Trumpler 14 sta rapidamente recuperando il tempo perduto formando stelle ad una velocità incredibile.
Il riusltato è questo spettacolo celeste.

Trumpler 14

L’ammasso aperto Trumperl 14 fotografato dal Telescopio Spaziale Hubble – Foto ESA/NASA

Nebulosa della Carena dove alloggia Trumpler 14 è una regione nello spazio con una delle più alte concentrazioni di stelle luminose di tutta la Via Lattea, una famiglia spettacolare di giovani e brillanti, stelle bianche-blu.
Queste stelle stanno rapidamente lavorando per produrre idrogeno, e hanno solo alcuni milioni di anni di vita prima di anadare incontro a una morte spettacolare esplodendo come supernovae.
Le stelle di Trumpler 14 hanno una massa piccola, alcune meno di un decimo di quella del nostro Sole.

Tuttavia, il loro intenso lavoro innesca intensi scoppi di raggi-X.
Le particelle prodotte dalle stelle vengono scagliate ad alta velocità sotto forma di venti stellari, che si scontrano con il materiale circostante, provocando onde d’urto che riscaldano il gas a milioni di gradi, originando appunto forti getti di raggi x.

Secondo gli scienziati quella “nuvola” a forma di arco (in basso a sinistra nell’immagine in alto) potrebbe essere proprio causata da qualche vento.
Si pensa potrebbe essere stata creata dal vento emesso dalla vicina stella Trumpler 14 MJ 218, che si muove nello spazio ad una velocità di circa 350 000 chilometri all’ora, scolpendo ciuffi circostanti di gas e polvere.

trumpler 14

Nebulosa della Carena – Foto ESA/NASA

Gli astronomi stimano che circa 2000 stelle risiedono all’interno di Trumpler 14, di dimensioni variabili di meno di un decimo fino a diverse decine di volte la massa del Sole.
La stella più importante di Trumpler 14, e la stella più brillante in questa immagine, è la supergigante HD 93129Aa, una delle stelle più brillanti e più calde in tutta la nostra galassia.