spazio e scienza

Spazio: Astrosamantha – la donna dei record nello spazio – IL FILM

Ci Siamo! Un Evento speciale nei cinema di tutta Italia martedì 1 e mercoledì 2 marzo per “Astrosamantha – la donna dei record nello spazio” di Gianluca Cerasola, con la voce narrante dell’attore Giancarlo Giannini.

AstroSamantha banner film

Giannini astrosamanthaOfficine UBU porta sul grande schermo il film che accompagna lo spettatore negli ultimi tre anni della vita di Samantha Cristoforetti, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e pilota dell’Aeronautica Militare, detentrice tra le donne europee del primato di permanenza nello spazio (200 giorni) nell’ambito della seconda missione di più lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

Immagini spettacolari dell’avventura accompagnati da retroscena, aneddoti e curiosità della vita in orbita svelano al grande pubblico una versione inedita della donna che, grazie alla sua impresa, è divenuta simbolo di coraggio e determinazione.

Il Documentario è stato prodotto dalla Morol e realizzato con il contributo dell’Agenzia Spaziale Italiana, dell’ Aeronautica Militare e dell’Agenzia Spaziale Europea. La troupe ha utilizzato mezzi tecnici di ultima generazione e micro camere funzionali in ogni condizione e temperatura. Ha attraversato, con lei, 3 continenti sulla terra ed ha documentato lo spazio a 28.000 km orari; ha conosciuto il suo mondo, le sue case, e la sua vita, ha documentato le prove che ha dovuto affrontare il suo fisico, le curiosità e molti aneddoti.

Per realizzare AstroSamantha il regista Gianluca Cerasola e il suo team hanno seguito l’astronauta durante tutte le fasi della preparazione alla missione, fino al lancio, attraverso 3 continenti: dal centro Nasa presso il Johnson Space Center di Houston che ospita una delle piscine più grandi della terra dove è ricostruita in scala reale la base spaziale internazionale al segretissimo centro di Star City a Mosca, passando per la base di preparazione europea EAC di Colonia in Germania e gli altri centri di addestramento, fino – in esclusiva assoluta – alla partenza dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan, il 23 novembre 2014, a bordo della navicella Soyuz.

L’obiettivo? Realizzare un ritratto inedito di un personaggio fuori dal comune, raccontando non solo l’astronauta, ma anche la donna. La donna dei record, per la precisione: Samantha ha trascorso quasi 200 giorni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, tornando sulla Terra l’11 giugno 2015 e conseguendo il record europeo e il record femminile di permanenza nello spazio in un singolo volo.

AstroSamantha poster film

Da sempre l’uomo è affascinato dalle stelle: tutti, almeno una volta, abbiamo sognato di diventare astronauti. Ma accanto all’ammirazione per le grandi imprese, ci sono domande forse banali che vorremmo fare a chi è salito in orbita: come e cosa si mangia? Come ci si lava e dove si va in bagno? Come si dorme e come si comunica? In una parola: come si vive nello spazio?

Festival e Premi
2015 Festa del cinema di Roma, evento di preapertura
2015 Visioni dal mondo, film di chiusura
2015 Sunscreen Film Festival West, in concorso
2015 Russian International Film Fest

C’è chi immagina scenari fantascientifici, chi rimane fedele alle fantasie che aveva da bambino, chi ancora immagina gli astronauti come supereroi… ma il 1 e 2 marzo finalmente avremo la risposta: nel film AstroSamantha scopriremo come Samantha Cristoforetti ha vissuto durante i suoi sette mesi di missione a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, studiando la terra da un’altra prospettiva.
200 giorni di missione, durante i quali Samantha – che è ingegnere meccanico – ha effettuato moltissimi esperimenti (anche su se stessa), abituandosi a una nuova routine: quella della vita in orbita, dove l’assenza di gravità rende tutto diverso e la tua “casa” si muove a 28.000 km orari.

Una vita “spaziale” che l’astronauta ci ha descritto anche attraverso i social, con i suoi tweet e e quelle foto della terra vista da lassù che hanno rinnovato in molti la passione per le stelle. Ricordandoci che oltre le Colonne d’Ercole di ciò che sappiamo c’è un universo da scoprire, e che forse è andando lontano che riusciremo a conoscerci meglio.

SINOSSI
La voce dell’attore Giancarlo Giannini accompagna lo spettatore negli ultimi tre anni della vita di Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio. Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e pilota dell’Aeronautica Militare, tra le donne europee Samantha detiene il primato di giorni consecutivi di permanenza nello spazio nell’ambito della seconda missione di più lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).
L’avventura vissuta dalla protagonista e dal suo team è documentata nel dettaglio dal giornalista e autore di reportage Gianluca Cerasola. La macchina da presa segue le diverse fasi di preparazione della missione, l’inedito momento del lancio, l’arrivo nello spazio e il ritorno a casa di Samantha, mostrando anche aneddoti e curiosità della vita nello spazio. Astrosamantha svela al grande pubblico una versione inedita della donna che, grazie alla sua impresa, è diventata un simbolo di coraggio e determinazione ed è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce.

Samantha Cristoforetti (8)

NOTE DI REGIA
Abbiamo accompagnato Samantha attraverso tre continenti (sulla terra) fino alla sua partenza verso lo spazio, in orbita. Siamo entrati nel suo mondo, abbiamo visitato le sue case e conosciuto i suoi affetti. Ci siamo fatti spiegare le prove che ha dovuto affrontare il suo fisico nelle fasi di preparazione, le difficoltà incontrate e le soddisfazioni ottenute. In questo lungo percorso si è raccontata e ha condiviso con noi curiosità e aneddoti dal misterioso e affascinante mondo dei viaggi e delle scoperte spaziali.
Astrosamantha è il primo film che documenta cosa accade nel centro Nasa, presso il Johnson Space Center di Houston (USA) che ospita una delle piscine più grandi della terra dove è ricostruita in scala reale la base spaziale internazionale. Siamo entrati con Samantha nel segretissimo centro di Star City a Mosca; abbiamo visitato la base di preparazione europea EAC di Colonia in Germania e gli altri centri dove ha completato il suo addestramento.

Samantha Cristoforetti (4)
In esclusiva assoluta abbiamo seguito Samantha sino alla partenza dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan e, per la prima volta, mostriamo la base militare nel deserto, dove abbiamo scoperto come funzionano la “quarantena spaziale” e l’isolamento. Ci siamo fatti raccontare le emozioni della partenza, e del soggiorno, abbiamo festeggiato con i suoi amici e la sua famiglia, siamo stati i primi a collegarci con lei dalla Stazione Spaziale Internazionale.

Nei sette mesi di missione nello spazio Samantha Cristoforetti ha studiato la terra da un’altra prospettiva ed ha effettuato diversi esperimenti raccontando i segreti della sua “nuova” vita e della sua “nuova” casa che viaggia a 28.000 km orari. Abbiamo conosciuto i luoghi e i potenti mezzi della ISS e assistito alle adrenaliniche esperienze e i difficili cambiamenti in orbita.
Abbiamo però imparato anche cose semplici: come e cosa si mangia? Come ci si lava e dove si va in bagno? Come si dorme e come si comunica? Tanto per citarne alcune. Un documento straordinario, che racconta la “donna” Samantha e “l’astronauta” Cristoforetti, accompagnato dalla voce del grande Giancarlo Giannini. Un film per tutti, il ritratto di una donna unica, protagonista di un evento che rimarrà nella storia.

Samantha Cristoforetti (11)

SAMANTHA CRISTOFORETTI
Nata a Milano ma cresciuta a Malè in provincia di Trento, Samantha Cristoforetti è un ingegnere, aviatrice, astronauta militare italiana, prima donna italiana negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea. Si è laureata in ingegneria meccanica all’Università tecnica di Monaco di Baviera, in Germania.

Samantha Cristoforetti (7)
La sua carriera di pilota in Aeronautica Militare comincia nel 2001, con la frequenza del Corso Regolare presso l’Accademia di Pozzuoli. Nel 2005, con grado di Tenente, viene inviata alla scuola di volo Euro-NATO Joint Jet Pilot Training negli USA, dove consegue il brevetto di pilota militare. Tornata in Italia, è assegnata al 51° Stormo di Istrana su velivolo caccia bombardiere AM-X. È stata selezionata come astronauta ESA nel 2009 e ha completato l’addestramento di base nel novembre del 2010. Nel 2011, in qualità di Reserve Astronaut per ESA, ha iniziato il suo addestramento ai sistemi della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), quello per le EVA (le “passeggiate spaziali”) e quello per le operazioni robotiche. Si è inoltre qualificata come primo ingegnere di volo sui veicoliSoyuz. A luglio 2012 è stata assegnata alla missione “Futura” dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) a bordo della ISS.

Samantha Cristoforetti (3)
Il lancio con la navicella Soyuz è avvenuto il 23 novembre 2014 dal cosmodromo di Baikonur, Kazakistan. Samantha ha trascorso quasi 200 giorni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, tornando sulla Terra l’11 giugno 2015 e conseguendo il record europeo e il record femminile di permanenza nello spazio in un singolo volo. Si è trattato della seconda missione di maggior durata dell’ASI sulla Stazione Spaziale Internazionale, ottava missione di lunga durata per un astronauta ESA.
Il 20 luglio 2015 è stata insignita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce, la più alta dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Samantha Cristoforetti (5)


Le foto presenti su www.diregiovani.it provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se è stata pubblicata un’immagine protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattarci scrivendo a [email protected]: l’immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell’autore.