spettacolo

Mannarino condannato ad un anno e sei mesi

mannarino

ROMA – Un anno e mezzo di reclusione. E’ questo il risultato della sentenza emessa dal giudice monocratico del Tribunale capitolino Clementina Forleo, nei confronti del cantautore Mannarino, colpevole dei reati di rissa e resistenza a pubblico ufficiale. Il fatto si riferisce ad una rissa avvenuta sul litorale di Ostia nel giugno 2014 in cui rimase coinvolto il noto artista romano dopo che alcuni ragazzi avevano rivolto offese alla sorella.

Nella vicenda è rimasto coinvolto anche il fratello, Paolo Mannarino, condannato ad una multa di 300 euro per rissa ma assolto dal reato di resistenza a pubblico ufficiale.

In merito all’epilogo del fatto, Mannarino non è ancora  intervenuto uffcialmente ma all’epoca dei fatti ha commentato la vicenda sui social raccontando di essere “caduto nel terrore, preso dall’ansia e dall’agitazione per le condizioni di salute di mio fratello e della mia fidanzata” ammettendo di non essersi reso conto di doversi “fidare dell’operato della Polizia” opponendo resistenza.