Spazio: Rosetta, addio Philae? Pareri discordanti ma non tutto è perduto

Spazio: Rosetta, addio Philae? Pareri discordanti ma non tutto è perduto

Rosetta, addio Philae?

Era l’11 gennaio scorso quando dal centro di controllo dell’Agenzia Spaziale Tedesca (DLR) facevano sapere che i comandi per “rianimare” il piccolo Phiale erano stati inviati come da programma…

Rosetta_and_Philae_at_comet_node_full_image12 novembre 2014: la missione Rosetta dell’Agenzia spaziale europea è entrata nella storia grazie al rilascio sulla cometa 67P Churyumov Gerasimenko del robottino Philae. Grande poco più di una lavatrice, il lander toccò il suolo di 67P diventando così il primo strumento costruito dall’Uomo a raggiungere questo traguardo. Non si trattò di un atterraggio morbido: Philae toccò il terreno e poi rimbalzò su una zona adiacente a quella prevista per l’ancoraggio, incontrando quindi qualche difficoltà a fissarsi al suolo con i suoi artigli meccanici. 

httpv://www.youtube.com/watch?v=embed/wJOh9DL6yBQ

La sonda Rosetta è ancora attiva ma a settembre si schianterà su 67/P, terminando la sua importante missione.

ASI – Rosetta continuerà le operazioni di ricerca del lander Philae con l’obiettivo di riprenderne le attività. Questo è quanto emerge dalla nota rilasciata dal Tiger Team, un gruppo di esperti voluto dal Lander Steering Committee per fare il quadro dell’attuale situazione di Philae. 


Dopo aver analizzato i dati ricevuti nel corso degli 8 contatti avuti tra lander e orbiter nel periodo giugno/luglio 2015, il gruppo di specialisti ha formulato tre possibili scenari che spiegherebbero le difficoltà di stabilire un contatto con la sonda che giace sulla superficie della cometa 67P/Churyumov Gerasimenko dal 12 novembre 2014.  

Il primo presuppone che, per effetto delle temperature ambientali estremamente basse, il sistema di comunicazione o qualche altro apparato vitale del lander abbia riportato dei danni tali per cui Philae non riuscirebbe a mettersi in contatto con Rosetta; il secondo spiegherebbe l’assenza di segnali con la polvere cometaria che, depositatasi sui pannelli di Philae a causa della diminuzione dell’attività della cometa dopo aver superato il perielio (metà agosto 2015), avrebbe ridotto la capacità dei suoi pannelli solari di generare potenza elettrica. 

Philae descend comet

L’ultimo scenario, invece, prevede che il lander si sia mosso rispetto alla posizione in cui ha svolto la First Science Sequencenella zona nominata Abydos, e che le sue antenne siano invece orientate in un modo diverso da quello presunto non permettendo la ricezione dei segnali provenienti da Rosetta. 

“Il terzo scenario lascia uno spiraglio alla possibilità che si possa ripristinare il contatto con Philae e metterlo in condizioni di svolgere ancora indagini scientifiche sulla superficie della cometa – ha commentato Mario Salatti, project manager di Philae per ASI –  è però necessario che Rosetta individui il lander e ci dica come sono posizionati i pannelli solari rispetto al Sole e come sono posizionate le sue antenne per ottimizzare le finestre di comunicazione con la sonda”. 

Rosetta

Lo scorso 22 gennaio Rosetta si è spostata nella parte sud della cometa e al momento sta orbitando ad un’altezza pari a circa 50 chilometri. Tale distanza viene monitorata di giorno in giorno ed eventualmente ridotta in una misura che garantisca comunque le massime condizioni di sicurezza per la navigazione della sonda. 

httpv://www.youtube.com/watch?v=embed/P_NU8wna_Jo

“E’ una lotta contro il tempo – ha concluso Salatti – con l’attività della cometa in costante diminuzione, Rosetta può avvicinarsi sempre di più alla sua superficie: quando sarà in grado di avvicinarsi ad almeno 10 chilometri potrà risolvere adeguatamente la figura di Philae nelle immagini di OSIRIS. Allo stesso modo però, le condizioni energetiche necessarie per l’accensione del lander vanno peggiorando man mano che la distanza dal Sole aumenta. ESA valuterà di fare un “flyby” ravvicinato alla zona Abydos nelle prossime settimane, ma sull’effettiva esecuzione della manovra peserà enormemente l’esigenza di non mettere a repentaglio la sicurezza della sonda Rosetta”.


 ROSETTA ORBITER AND GROUND SEGMENT

   Australia
ContractorContracted Item
TelstraNew Norcia antenna
Western PowerNew Norcia antenna

 

   Austria
ContractorContracted Item
Austrian AerospaceTelemetry and telecommand special check-out equipment (SCOE)
Multi-layer insulation
Steyr Daimler PuchLouvres
SiemensSpecial check-out equipment (SCOE)

 

   Belgium
ContractorContracted Item
Alcatel ETCAAttitude and orbit control measurement system interface unit (AIU) DC/DC hybrids
Remote terminal unit (RTU) DC/DC hybrids
AMOSBatteries
LogicaSupport to avionics
Nexans (formerly Alcatel Fabrisys)Spacecraft harness
RheaConsultancy support
SpacebelSoftware validation facility (SVF) – software development environment (SDE) design specification

 

   Canada
ContractorContracted Item
SED System inc.New Norcia antenna

 

   Denmark
ContractorContracted Item
TermaLead of central checkout system (CCS)
Power control unit
Software validation facility (SVF)
TurbinegardenDatabase engineering support

 

   Finland
ContractorContracted Item
Patria FinavitecPower distribution unit / thermal control unit (PDU/TCU)
Platform structure

 

   France
ContractorContracted Item
AlcatelSupport to Prime contractor (Astrium GmbH)
Pressurant tanks
Pressure regulator
Astrium SASCentral checkout system (CCS) software
Avionics major subcontractor Lead
Solid state mass memory (SSMM) memory boards
SEPTransducer
Thomson Tube ElectronicsTravelling wave tube amplifier (TWTA) tubes

 

   Germany
ContractorContracted Item
ASESolar array
Astrium GmbHThrusters (10N)
Prime Lead
Propellant tanks
System ConsultingLander support
TimetechUltra stable oscillator (USO)

 

   Hungary
ContractorContracted Item
KFKILander support

 

   Ireland
ContractorContracted Item
CaptecIndependent software validation facility (SVF)

 

   Italy
ContractorContracted Item
AleniaAssembly, integration and verification (AIV) major subcontractor Lead
Transponder
Officine Galileo (formerly FIAR)Navigation camera & startracker Lead
Solar array photovoltaic assembly (PVA)
TOPRELCoordinated part procurement agency

 

   The Netherlands
ContractorContracted Item
BradfordBack-up landing gear
ChessSoftware validation facility (SVF) sham board specification
Software validation facility (SVF) Sun Silver maintenance
FokkerSolar array
Satellite ServicesTelemetry/telecommand (TM/TC) fee
RF suitcase
Spacecraft interface simulator (SIS) equipment
TNO-TPDSun acquisition sensor

 

   Norway
ContractorContracted Item
Det Norske VeritasReliability, availability, maintainability and safety (RAMS) tasks
KongsbergSolar array drive mechanism (SADM) equipment
Supply of ground support equipment (GSE) and support
PrototechStructural thermal model (STM) dummies
RaufossValves

 

   Spain
ContractorContracted Item
Alcatel EspacioRadio frequency distribution unit (RFDU)/waveguide interface unit (WIU)
Solar array drive electronics (SADE)
Attitude and orbit control system (AOCS) interface unit (AIU)
Remote terminal unit (RTU)
CASAMedium-gain antenna
CrisaStartracker & navigation camera electronic unit
SenerStartracker & navigation camera baffle
Hipparcos recommendation
Experiment booms
Louvres
TecnológicaCoordinated part procurement agency

 

   Sweden
ContractorContracted Item
Saab Ericsson SpaceHigh-gain antenna
Low-gain antenna
Command and data management unit (CDMU) lead
Solid state mass memory (SSMM) lead

 

   Switzerland
ContractorContracted Item
Alcatel ETCATravelling wavetube amplifier (TWTA)
Alcatel SpaceElectrical ground support equipment (EGSE) simulator
APCOMechanical ground support equipment (MGSE)
Quality assurance (QA) co-location for structural thermal model (STM), assembly, integration and test (AIT)
CaptecIndependent software validation (ISV) engineering support
ClemessyPower pyro special check-out equipment (SCOE)
Test batteries
ContravesSolar array
Thermal support
ETELAntenna pointing mechanism electronics (APME) for high-gain antenna
HelblingSoftware quality assurance (QA)
HTSHigh-gain antenna
MecanexBrackets
Reliability engineering support
RSTSoftware development environment (SDE) tools procurement

 

   United Kingdom
ContractorContracted Item
AEA TechnologiesBatteries
Astrium Ltd.Platform major subcontractor lead
Reaction wheel unit
BAE Systems (formally MRC)High-gain antenna
Hunting/InsysAlternative landing gear equipment
LogicaOnboard software autonomy
PolyflexNon-return valves
SatasintSupport of assembly, integration and verification (AIV) team
SciSysSatellite control and operations system
VegaSupport of assembly, integration and verification (AIV) team
Electrical ground support equipment (EGSE) support

 

   United States
ContractorContracted Item
ConaxPyro valves
HoneywellInertial measurement package
StarsysLouvres
VaccoFilters