attualita

Gli storici rigettano l’idea che Adolf Hitler avesse un ‘micropene’

Adolf HitlerRoma – Uno storico ha posto l’attenzione su una dichiarazione in cui veniva affermato che Hitler fosse dotato di un ‘micropene’. In un libro pubblicato lo scorso anno intitolato ‘Hitler’s last day: Minute by Minute”, due storici – Jonathan Mayo e Emma Craigie – hanno sostenuto che il dittatore tedesco soffrisse di una grave condizione che portava varie complicanze al suo apparato riproduttivo. Lunedì la dichiarazione è tornata a galla ed è stata sulla bocca di qualsiasi media nel mondo.

In un’intervista via email per l’Indipendent, Ms Craigie ha affermato che qualsiasi informazione riguardo il presunto ‘micropene’ del dittatore andava ‘presa con le pinze’, aggiungendo di non avere nessuna prova per poter affermare altro se non la presenza di una generale Ipospadia. La condizione – che si verifica in un uomo su 300 – è un’anomalia congenita che riguarda gli organi genitali maschili e va operata in tenera età. É causata da uno sviluppo incompleto dell’uretra il cui sbocco non è situato all’apice del pene ma sulla zona ventrale o nei casi più gravi, nello scroto o nel perineo. Questo fa in modo che gran parte del pene si fonda con il resto del corpo, facendolo sembrare più piccolo del normale. Lo stesso dottore di Hitler ha accertato la veridicità delle notizie sulla sua Ipospadia affermando di dovergli prescrivere ormoni, anfetamine e cocaina per aumentare il suo desiderio sessuale.

Fonte Independent