ambiente

Treno Verde di Legambiente, 11 tappe per una sfida

trenoverde legambiente 2ROMA –  Correrà ancora una volta, da nord a sud della Penisola, per la campagna informativa 2016, il Treno Verde di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare. Undici tappe – da Novara a Cosenza – per rinnovare l’invito che un’altra vita, più ‘green’, è possibile. Smart cities, ecoquartieri, mobilità nuova e stili di vita i quattro temi principali ma anche le quattro sfide che il Treno Verde 2016 rilancerà durante il suo viaggio. Prima tappa Novara, il 26 febbraio, poi l’arrivo a Cosenza il prossimo 21 marzo.

La mostra interattiva a bordo del convoglio parte dall’emergenza climatica globale per arrivare nelle città, nei nostri quartieri, nei condomini, negli stili di vita di ognuno. Perché – si legge nel comunicato ufficiale sul sito di Legambiente – il cambiamento necessario per fermare i mutamenti climatici può avvenire solo se è condiviso. Esistono realtà in cui la trasformazione è già in atto, dove la riduzione dell’impatto ambientale e la valorizzazione del territorio coincidono con il benessere, la fiducia e la partecipazione.

Il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato è una delle storiche campagne che da ventiquattro anni, sui binari di tutta Italia, promuove la sostenibilità ambientale: dalla mobilità sostenibile alle fonti energetiche rinnovabili, dalle emergenze globali agli stili di vita di ognuno. Una vera e propria mostra itinerante a tappe che fa toccare con mano a bambini, adulti e amministrazioni i problemi che soffre l’ambiente, in primis i cambiamenti climatici, le soluzioni per migliorare l’ecosistema e la qualità di vita di tutti.  Contemporaneamente il Treno Verde, grazie al laboratorio mobile sperimentale, conduce un attualissimo monitoraggio scientifico in ogni città tappa riguardo l’inquinamento atmosferico e acustico.