tech

Google Accelerated Mobile Pages, la nuova frontiera delle news online

Google  Accelerated Mobile Pages 2ROMA – C’è sempre più voglia tra gli interneauti di informazioni e di news. Una voglia da soddisfare in qualunque luogo e nel più breve tempo possibile. Una ricerca spasmodica che spinge a consultare smartphone e tablet in continuazione con motori di ricerca sempre più potenti come ad esempio Google. Un danno per l’editoria classica ma anche per tutti quei siti Internet non ottimizzati per i piccoli device. Cambiato anche lo stile della scrittura. Per le web news necessario un testo breve, un linguaggio più scorrevole e corredato da foto e video esplicativi. L’approfondimento resta ancora a stretto appannaggio della carta stampata che necessita di una lettura fatta in tutta calma.

I colossi del web, da Google a Facebook, hanno ben interpretato questo cambiamento nelle abitudini dei lettori e in molti casi lo hanno anche generato e sostenuto. Se Facebook, solo qualche giorno fa, ha annunciato la creazione della più grande edicola del mondo con l’integrazione nel social delle più grandi testate giornalistiche a livello mondiale (forte anche di oltre un miliardo di potenziali lettori), Google non ha perso tempo a varare il progetto open source Google Accelerated Mobile Pages.

“L’accesso alle informazioni è il cuore dell’attività di Google, ma purtroppo oggi il mobile web non è ancora all’altezza delleGoogle  Accelerated Mobile Pages aspettative degli utenti, soprattutto per quanto riguarda la velocità di accesso” si legge in una nota ufficiale di Google. “Per questa ragione, lo scorso ottobre abbiamo lanciato, insieme ad altri player del settore, il progetto open source Accelerated Mobile Pages (in breve, AMP). In soli quattro mesi, AMP ha fatto grandi progressi, con centinaia di editori, aziende tecnologiche e attori dell’online advertising che hanno preso parte a questo progetto. Le Accelerated Mobile Pages cominceranno a comparire nella Search da mobile in un carosello dedicato, che aiuterà gli utenti a trovare i contenuti di news sviluppati in AMP in modo ancora più rapido. Le pagine realizzate con AMP si caricano in media quattro volte più in fretta delle pagine di mobile web tradizionali e usano fino a 10 volte meno dati. Oggi editori e piattaforme di sei paesi europei, tra cui l’Italia, celebrano con noi questa novità, così come significativi miglioramenti nelle caratteristiche del prodotto legate alla pubblicità, gli analytics e i paywall”.

In poche parole Amp è lo strumento, messo a disposizione da Google, per velocizzare il caricamento delle pagine sui device mobile. Navigando con lo smartphone o con un tablet, se si cercano informazioni su un attore, ad esempio, Google mostrerà una sorta di gallery a scorrimento orizzontale con le news individuate sull’argomento. Ben in evidenza quelle sviluppate con tecnologia Amp che garantiranno al lettore una buona velocità di consultazione dei testi, di foto e video con un risparmio evidente di giga consumati e batteria risparmiata.