attualita

Google scende in campo contro il virus Zika

virus zika

ROMA – Anche Google ha deciso di scendere in campo e unire le sue forze con l’Unicef per combattere il virus Zika in Brasile e in America Latina.

L’impegno di Mountain View si svilupperà su diversi fronti tra cui quello economico: Google.org donerà all’Unicef 1 milione di dollari per sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica sul virus, intervenire sulle cause di diffusione e supportare lo sviluppo di diagnosi e vaccini. Big G collaborerà inoltre con le Organizzazioni e i Governi locali per prevenire la trasmissione di Zika. Con queste risorse il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, potrà fornire assistenza a circa 200 milioni di persone già colpite o a rischio in Brasile e nei paesi dell’America Latina.

Oltre al sostegno finanziario, Google affiancherà l’Unicef con un team di volontari ingegneri, progettisti ed esperti. Il team ha creato una piattaforma open-source per organizzare i dati provenienti da diverse fonti e consentire a Unicef di individuare in anticipo i potenziali focolai. L’obiettivo è di permettere ai Governi e alle ONG attive sul campo di utilizzare in modo più efficace tempo e risorse a disposizione.

Big G ha aggiunto sul proprio motore di ricerca informazioni dettagliate sul virus Zika in altre 16 lingue – per un totale di 40 –  fornendo una panoramica del virus, informazioni dettagliate sui sintomi e un Public Health Alert dell’’Organizzazione Mondiale della Sanità che viene costantemente aggiornato con le informazioni via via disponibili.