attualita

LRNZ firma il manifesto di ARF!

2editedRoma – Vi abbiamo già parlato dell’ARF! Il festival romano e indipendente dedicato alla narrazione per immagini: fumetto, illustrazione e graphic novel. La manifestazione, in programma quest’anno il 20, 21 e 22 maggio nei seimila metri quadri della Pelanda (Macro Testaccio) sta iniziando a far parlare di sé. Ci era già riuscita il mese scorso, quando con un post su Facebook aveva lanciato la prima notizia bomba con la presenza di Leo Ortolani al festival. L’autore di Rat-man porterà in mostra circa quaranta tavole dei suoi lavori e sarà presente in carne ed ossa per dediche, sketch ed incontri con il pubblico. Ma non finisce qui, in queste ore gli “Arfieri” hanno svelato – finalmente – il volto del festival! Lorenzo Ceccotti in arte LRNZ, apprezzatissimo autore di Golem e Astrogammafirma il manifesto della seconda edizione di ARF! È così annunciato anche il secondo grande protagonista in mostra.

LRNZ disegna un cane lupo gigante, o forse meglio una lupa – in omaggio a Roma – che dà vita, soffio e anima al fumetto. È lui stesso a dire: “Ho molta speranza nell’ARF! Festival, che sembra l’iniziativa ideale per portare alla luce del sole il mondo creativo incredibilmente variegato del fumetto”. “Io da Roma proprio non riesco a separarmi – racconta all’ARF! Lorenzo Ceccotti – I motivi sono tanti, è chiaro, ma ce n’è uno in particolare che è senza dubbio il più forte. Non credo esista un posto con un’intensità artistica maggiore di Roma, nel mondo, e l’idea, per quanto assurda, di provare ad avere una risposta da una città severa come Roma al mio amore sfrenato è forse il giogo più stretto che mi ci tiene attaccato. Quando ti capita l’occasione di disegnare sulle strade della città con un manifesto di un evento importante come ARF! (che oltretutto la incarna quella antica forza visionaria), è uno di quei rari momenti in cui Roma abbozza di nascosto una risposta al tuo messaggio d’amore.
Il mio manifesto per ARF! è, prima ancora che un ennesimo atto d’amore per questa città, uno di quei rarissimi, preziosissimi, atti di amore che la città mi concede”.

E allora tutti “ARFestival”! Bloccate le agende.

www.arfestiv.al

1edited