“Salvo e Gaia”, il cartone che spiega ai bambini cosa significa donare gli organi


salvo e gaiaROMA – Ogni trapiantato festeggia due compleanni, il giorno in cui è nato e il giorno in cui è rinato. Emanuela Mazza il suo secondo compleanno lo festeggia il 12 luglio, giorno in cui, 13 anni fa, ricevette un fegato nuovo, da un donatore ventenne, che le permise di tornare alla vita dopo che una malattia fulminante stava per portarla via ai suoi quattro figli piccoli. E fu proprio la necessità di spiegare a loro ciò che era successo che le venne in mente di ideare un cartone animato che permettesse loro di capire con parole semplici cosa fossero e come funzionassero la donazione e il trapianto degli organi. Così è nato ‘Salvo e Gaia’  sceneggiato da Eliana Pavoncello, disegnato e animato da Rosario Oliva.

Oggi “Salvo e Gaia” è un cartone animato rivolto ai bambini nell’ambito della Campagna Nazionale di Comunicazione su Donazione e Trapianto di Organi Tessuti e Cellule promossa dal Ministero della Salute in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti e le Associazioni di Settore.

Dopo un viaggio di 11 tappe in giro per l’Italia, da Torino a Lecce, in cui hanno incontrato 2000 bambini della scuola primaria, sono arrivati anche a Roma al cinema The Space Moderno di Piazza della Repubblica a Roma, dove ad attenderli c’era una sala gremita di studenti di quarta e quinta della scuola elementare Luigi Settembrini.



 ‘Salvo e Gaia’ è un cartone animato strutturato in sei episodi in cui i protagonisti partono alla scoperta del “fantasticoso corpo umano a bordo della medicicletta”, un viaggio che prende per mano i bambini portandoli con leggerezza, ma senza superficialità ad esplorare un argomento delicato come quello della donazione degli organi, tessuti e cellule è stato inserito nel più ampio discorso dell’educazione alla salute. Il modo migliore per assicurarsi, in futuro, adulti consapevoli su come è strutturato il nostro corpo e sui giusti stili di vita per preservarlo al meglio, anche perchè, a differenza degli adulti, i bambini riescono facilmente a superare l’ idea della morte, un tema che entra necessariamente all’interno della materia e che spesso rappresenta forse la maggiore ‘resistenza’ sull’argomento.



Ecco perchè la proiezione di ‘Salvo e Gaia’ è un modo per mettere a disposizione dei dirigenti scolastici e dei docenti uno strumento da inserire nel piano formativo delle scuole che possa contribuire alla formazione dei più piccoli.

Una proposta che ha già trovati numerosi consensi come evidenzia la ricerca condotta da Doxa che ha prodotto 650 interviste di cui 150 ad insegnanti delle scuole elementari, 500 interviste a genitori di bambini che frequentano le scuole elementari; l’età media del campione è risultata essere 42 anni.

Il gradimento del progetto è piuttosto elevato con circa metà del campione che assegna il pieno gradimento e la quasi totalità del rimanente con un apprezzamento molto positivo e, dato ancor più significativo, quasi il 70% del campione ritiene molto importante che il progetto venga attuato.



“Salvo e Gaia” riesce a far leva su alcuni concetti ad elevato impatto emotivo, trasportando lo spettatore all’interno di un viaggio in cui l’immagine semplice, immediata e di facile codifica veicola contenuti di alto spessore etico e morale a cui spesso i bambini hanno accesso soltanto in età più avanzata. Salute, ma non solo, anche la solidarietà trova spazio e viene esaltata come valore positivo, attraverso il sapiente utilizzo di situazioni in cui ogni bambino può immedesimarsi, come la condivisione della penna a scuola. Salute e Solidarietà perchè curare il proprio corpo è utile per condurre una vita sana e al riparo da molte malattie, ma è il senso di solidarietà che spinge poi a diventare donatori, facendo sì che i propri organi donino nuova vita; ed è in questa ottica che diventa fondamentale lavorare con i cittadini di domani.

‘Salvo e Gaia’ non è solo un cartona, ma anche un mini book dedicato ai bambini che è scaricabile nella sezione del sito www.salvoegaia.it alla voce MATERIALI e un gioco interattivo che si trova nella sezione GIOCA E SCOPRI.