fotogallery

Salvata dalla morte: la scimmietta Piak stringe la mano al suo eroe

ROMA – Piak è un’altra vittima del bracconaggio, ma a lei il destino ha deciso di dare una nuova possibilità.
La piccola scimmietta è stata salvata da un uomo che l’ha trovata in una giungla thailandese in fin di vita ed ha contattato l’organizzazione Wildlife Foundation Friends Thailandia (WFFT).
Il langur dagli occhiali è una specie minacciata dall’estinzione e facile bersaglio del commercio illegale.
La madre di Piak è stata uccisa dai bracconieri e trasformata in cibo.
Tuttavia i suoi assassini non si sono accorti della presenza del cucciolo, che è rimsto così orfano e moribondo.

Prima di essere trasferita al reparto di terapia intensiva del WFFT, Piak ha stretto la mano dell’uomo che gli ha salvato la vita.
La foto è diventata virale dopo che l’organizzazione ha condiviso la sua storia su Facebook.

piak

La scimmietta è ancora “molto debole”, ma la fondazione sostiene di star facendo tutto il possibile per “farlo tornare forte e sano di nuovo”.

Il langur dagli occhiali, noto anche come presbite dagli occhiali  e Trachypithecus obscurus, è classificato come specie prossima alla minaccia di estinzione e in genere si trova in tutte le regioni della Malaysia, Myanmar e Thailandia.

Oltre ad essere cacciato per il cibo, la specie è minacciata dalla perdita di habitat e spesso gli esemplari sono vittime di scontri con i veicoli.

Purtroppo, la storia di Piak non è rara.
Se non fosse stato salvato probabilmente sarebbe finito come un animale domestico esotico: molti cuccioli di animali finiscono infatti in questo tipo di commercio illegale, vittime di bracconieri che hanno ucciso le loro madri.

Nel caso di Piak, ora è in buone mani e un passo più vicino a vivere il tipo di vita che merita.