fotogallery

L’alcol test diventa una chiave: se hai bevuto l’auto non parte

Honda Hitachi chiave alcolROMA – Prevenire è meglio che curare.
E’ questo il motto alla base dell’idea di Honda e Hitachi, che hanno sviluppato un dispositivo in grado di impedire a chi è ubriaco di mettersi al volante.
Si tratta di una chiave intelligente dotata di un sensore capace di misurare la quantità di alcol presente nel respiro umano in soli 3 secondi.
Se la smart key riconosce un elevato tasso alcolemico, un allarme posizionato sul cruscotto inizierà a suonare e se ignorato portera al blocco dell’auto.
In questo modo chi è alla guida dovrà evitare di bere troppo se vorrà tornare a casa…

Il dispositivo può distinguere tra respiro umano e altri gas e può dare una lettura precisa fino a non più di 0.015 mg / l di concentrazione di alcol.
Il respiro viene misurato con sensori che rilevano l’etanolo, idrogeno e acetaldeide metabolizzato.

Se la chiave è vicino al sedile del conducente, i risultati possono anche apparire sul display del veicolo.

In realtà non è il primo dispositivo di controllo alcol studiato per le auto.
In Giappone e negli USA esistono già gli ”alcohol interlock”, sistemi di sicurezza all’interno delle auto che richiedono di soffiare in un’apposita strumentazione prima di avviare il motore.
Tuttavia, a differenza di questi sistemi, la smart key di Honda e Hitachi porrebbe il guidatore davanti ad una scelta consapevole, impedendogli addirittura di entrare nel’auto se alticcio.
Inoltre, oltre ad essere resistente ai tentativi di manomissione, l’allarme continua a suonare fino al blocco totale del veicolo.
S’interromperà solo se la paersona ubriaca desisterà dal guidare e salirà a bordo dal lato passeggero.

Honda Hitachi chiave alcol

Il dispositivo messo a punto da Honda e Hitachi sarà presentato il prossimo 12 aprile a Detroit al SAE World Congress,  il Salone annuale della “Society of Automotive Engineers” e verrà lanciato sul mercato superata la fase preliminare dei test.